Teatro Arciliuto: il salotto di Roma nel Teatro della Musica e della Poesia

ok

Attardarsi ad ammirare le immortali opere d’arte di Piazza Navona è un piacere irrinunciabile che ricrea lo spirito e la fantasia. Un piacere per tutti coloro che, come noi, si cibano di sensazioni indelebili, rivivendole quando vogliono.

E così succede spesso che passeggiando tranquillamente nella vecchia Roma, ci soffermiamo alla ricerca di bei ricordi. Proprio qualche giorno fa, ammirando la vicina Piazza Montevecchio, incastonata tra via dei Coronari, Piazza della Pace e il Chiostro del Bramante, ci siamo rammentati di aver trascorso alcune serate indimenticabili al Teatro Arciliuto, che qualcuno azzarda essere stata una dimora di Raffaello a Roma, situato all’interno di quella cinquecentesca piazza. Un luogo piacevole a piano terra, illuminato da una chiostrina che conserva una Madonna col Bambino, certamente di scuola raffaelliana, noto nel quartiere come “studiolo d’artista”.

Qui tra queste splendide mura nel salotto musicale e il cavau sottostante si faceva, e ancora si fa buona musica, tra le delicate colonne in marmo pregiato che sorreggono i soffitti a vele incrociate. E’ il 1967 quando Enzo Samaritani, un poeta e moderno cantastorie di origine napoletana apre questo luogo magico, dopo una attenta ricerca nel cuore di Roma, dedicandolo esclusivamente alla sua più grande passione, la musica e la poesia, con l’intuizione di eliminare immediatamente il palcoscenico, così da annullare qualsiasi separazione col pubblico. E’ il trionfo della Commedia dell’Arte Italiana, cantata in versi da Cielo d’Alcamo, Dante, Leopardi, Foscolo, Belli, Trilussa e altri, oltre a poesie originali dello stesso Samaritani, in una continua ricerca dedicata alla bellezza e all’estetica della composizione, ispirata alla preparazione interiore ed alla creatività, insieme all’appassionata difesa delle lingue e dei dialetti. In quegli anni così, sconvolse il concetto di sentire musica accompagnata da leggiadre esposizioni di poesia e letteratura, con un appassionato ritorno al passato in un atmosfera quasi medievale. Oggi molto è cambiato anche in meglio e come allora fedeli spettatori continuano a partecipare a questi simposi musicali. Quest’anno è anche una data molto importante poiché proprio a novembre ricorrono i 50 anni di onorata attività, che sarà adeguatamente festeggiata.

All’Arciliuto si può organizzare una cena concerto con musica e poesia in molte lingue europee, oltre che nei dialetti delle principali regioni italiane. Un fittissimo programma si rinnova ogni sera proponendo cose sempre molto interessanti, in una carrellata di generi musicali e fantasie letterarie che permettono di trascorrere delle ore liete e piacevoli. Nelle serate fuori dalla programmazione è possibile assistere a “Mille anni di musica e poesia” uno spettacolo sempre diverso, dove si può ascoltare di tutto, con canzoni francesi, inglesi, greche o spagnole che vanno dagli anni ’20 ai ’60, tra poesia cantata e recitata. Da canzoni napoletane tra il ‘500 e il ‘700 a quelle siciliane o di altri dialetti italiani, offrendo al pubblico una serata divertente, ironica e romantica nel racconto della cultura delle nostre radici d’Europa. In particolari occasioni possono essere organizzate cene con servizio al tavolo, per una capienza fino a 100 coperti o al buffet, mentre per una serata esclusiva di alta rappresentanza dal tocco suggestivo ed elegante, per un numero minino di 16 persone e un massimo di 20, si può avere a disposizione il “Tavolo Imperiale”.

Ma qui non si parla solo al passato, il figlio Giovanni, attore, cantante e musicista, ormai direttore artistico a pieno titolo ha ideato anche una formula pensata esclusivamente per le presentazioni editoriali “@live book”, una opportunità di partecipazione artistica in un luogo unico, storico ed elegante: il Teatro Arciliuto mette a disposizione i suoi ambienti, caldi ed armoniosi, perfetti per ospitare Editori ed Autori, dalla Narrativa alla Musica, dalla Poesia alla Storia, non tralasciando la Saggistica, l’Economia, la Scienza e quant’altro ancora. Presentazioni con un aperitivo al buffet a seconda se pomeridiane o serali e alla fine si potrà concludere l’evento con un intrattenimento musicale e poetico organizzato dal Salotto Musicale. Il Teatro che ha una capienza per circa ottanta persone, metterà a disposizione le sue risorse tecniche audio, luci e strumenti musicali e servizio ristorazione. Inoltre è possibile iscriversi alla Newsletter dalla Home page, entrando a far parte della Mailing List ed essere aggiornati sulle proposte di serate con un prezzo promozionale.

Info su Arciliuto

di Giuseppe Barbieri  |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.