Pasqua: le tradizioni delle isole Baleari

pollenca

La Pasqua è una delle festività religiose più sentite nelle Baleari; le celebrazioni della Settimana Santa si svolgono in varie località delle isole e sono tutte caratterizzate da una grande partecipazione popolare e da una profonda devozione dei fedeli.

Tra i riti più importanti vi è quello del Giovedì Santo a Palma de Maiorca; in questa città, infatti, si svolge il “Sant Crist de la sang”, una scenografica processione a cui partecipano più di ventimila confratelli incappucciati, noti anche come Penitenti o Nazareni, appartenenti alle trenta confraternite ufficiali che trasportano il Cristo per le vie del centro storico al ritmo dei tamburi. La sacra effige lascia la Chiesa intorno alle 17:00 per rientrarvi solo alle prime luci dell’alba, in una sorta di lunga veglia che ricorda la drammatica notte del tradimento e dell’arresto di Gesù.

Il Venerdì Santo a Pollença, cittadina situata nei pressi di Maiorca, ha luogo il “Davallament”, una delle celebrazioni più suggestive dell’intero arcipelago per la rappresentazione intensa e realistica degli ultimi momenti della vita terrena del Salvatore.

Un lungo corteo sale verso la Chiesa posta in cima alla collina, nota come Calvario, mettendo in scena una dolorosa Via Crucis; giunti nei pressi del luogo di culto ha luogo la crocifissione e, poi, la deposizione nel sepolcro del corpo di Cristo. Ma la rappresentazione non finisce qui. Infatti, al suono di tamburi, una processione sale sui 365 scalini illuminati dalle tremolanti luci delle torce; in un clima intriso di solennità e misticismo ed esaltato dal canto glorioso di un “Miserere” il Redentore viene portato in corteo da alcuni rappresentanti delle confraternite attraverso le strade della città.

Le manifestazioni si concludono la domenica di Pasqua con l’Incontro, o l“Encontre”, una commovente rappresentazione del dialogo tra il Gesù appena resuscitato e la madre Maria con un coro e un’orchestra d’accompagnamento che rendono la scena ancora più coinvolgente.

Non solo eventi sacri ma anche mondanità; infatti un viaggio alle Baleari durante la Pasqua è anche un tuffo nella tradizione gastronomica. Assolutamente da assaggiare sono le“panades”, preparati a base di pasta salata che contengono carne d’agnello, maiale e pollo, piselli e salumi, i “cocarrois”, perfetti per i vegetariani in quanto ripieni di bietola e uva passa e le “crespells”, dalla forma di stelle e cuori con tanta marmellata di albicocca e ricotta.

 

Testo di Gabriele Laganà|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.