Weekend a Sistiana, deliziosa baia nel Golfo di Trieste

19

Costa rocciosa, mare pulito e diverse insenature che disegnano una graziosa baia dove regna la pace e il silenzio. Sistiana, a pochi minuti da Trieste, meta ideale per un weekend fuoriporta, ti colpisce e ti incanta così, con la sua pacata riservatezza.

La Baia offre diversi servizi alla balneazione nelle spiagge dedicati a target specifici: Caravella adatta a tutti, Cohiba meta preferita dei giovani, Castelreggio per un pubblico di tutte le età, attento al rapporto qualità prezzo – unitamente all’animazione per i più piccoli con giochi, trucchi e balli; il centro immersioni, che organizza anche escursioni subacquee e iniziative legate all’ambiente e alla conoscenza della straordinaria biodiversità di queste acque; attività sportive con la possibilità di noleggiare pedalò, canoe, sup o di giocare a volley, tennis e soccer sulla sabbia. Per il relax e il benessere in riva al mare, la spiaggia della Caravella si arricchisce quest’anno di un nuovo servizio massaggi professionali (da quello sportivo a quello thailandese, da quello Hawaiano Loma Loma a quello Californiano Emozionale, oltre al Classico Svedese e Ayurveda Abhyangam).

Le barche si alternano a spazi sabbiosi dove prendere il sole e al termine della passeggiata si apre Portopiccolo, il suggestivo borgo di mare, aperto 365 giorni l’anno, nel quale vivere una completa esperienza di benessere, nella cornice scenografica del Golfo di Trieste. Sviluppato su una superficie totale di 350.000 metri quadri, rappresenta un modello virtuoso di riqualificazione ambientale e paesaggistica in Italia, dell’ex cava calcarea di Sistiana – risalente al II secolo d.C., dismessa negli anni Settanta – con un bacino marino di 30.000 metri quadri che ospita, oggi, 116 ormeggi dotati delle più moderne attrezzature. Un “hub turistico” in cui convivono diverse realtà: ricercate residenze vista mare, Hotel *****L – l’unico del Friuli Venezia Giulia – Yacht Club con Marina privata, SPA con un percorso personalizzato di trattamenti, fitness area, Beach Club e Club House, ristoranti, bar e boutique.Portopiccolo coniuga contemporaneità con un modo di vivere slow: respirare aria sana, scoprire relazioni autentiche in una cornice di vita quotidiana immersa in una visione internazionale, in cui dedicarsi del tempo, con la propria famiglia e con gli amici, in un luogo sicuro, comodo e sostenibile. Un’unica area pedonale che incontra vicoli e piazzette tra le botteghe, la Marina e il Beach Club, in un perfetto e autentico stile italiano che concilia estetica ed efficienza, alla ricerca della bellezza originale e non contaminata.L’intera struttura – di recente realizzazione – si sviluppa attraverso un’architettura a impatto zero, sicura, sostenibile, accessibile e perfettamente integrata nella splendida Riserva naturale delle Falesie di Duino. Incastonato e protetto dal loro abbraccio, Portopiccolo beneficia di una posizione geografica inimitabile nell’Alto Adriatico – tra il Castello di Miramare e il Castello di Duino con l’atmosfera e l’accoglienza tipiche del borgo marinaro italiano.

Sistiana si trova anche in una posizione centrale nella regione Friuli Venezia Giulia e baricentrica per i Paesi della Mitteleuropa: dall’Austria alla Baviera, dall’Ungheria fino alla Slovacchia. Si raggiunge dalla panoramica Strada Costiera che si snoda gentile e sinuosa lambendo le acque del Golfo di Trieste, città cosmopolita dalle solide radici austro-ungariche. Verso ovest, a solo un’ora di viaggio si trova Venezia, una delle più belle città al mondo.

Poco distante c’è la Costa dei Barbari, una zona tranquilla con insenature, conosciuta per essere prevalentemente naturista. Il tratto più frequentato è delimitato da un piccolo casotto in cemento costruito su un grande masso di pietra a ridosso del sentiero costiero e da una piccola spiaggia di sassi bianchi delimitata dai resti di un molo in cemento bianco e da alcuni grandi massi calcarei. Ci si può arrivare dall’alto utilizzando i sentieri che portano al mare e dal basso direttamente da Sistiana mare. Per arrivare dalla costa è possibile raggiungere in automobile Sistiana Mare fino al Ristorante Castelreggio; il parcheggio è a pagamento durante la stagione estiva. Il sentiero costiero parte subito dopo il ristorante e costeggia una grande cava attualmente in attività; subito dopo la cava prosegue poco lontano dal mare fino a raggiungere un vecchio cancello in ferro: la costa dei Barbari inizia da questo punto. I frequentatori sono più assidui durante il periodo estivo ma anche in altre stagioni, con una bella giornata di sole è possibile incontrare qualcuno che al riparo di qualche scoglio si gode i raggi fuori stagione.

Per gli amanti delle camminate una della passeggiate più belle e suggestive che si affacciano sul golfo di Trieste è sicuramente quella che, a picco sul mare, collega Sistiana a Duino. Il sentiero prende il nome dal poeta R.M. Rilke che, ospite al Castello di Duino all’inizio del secolo scorso, come già lo era stato Dante prima di lui, ivi compose le sue celeberrime “Elegie Duinesi”. Durante il percorso si incontrano postazioni belliche aperte sul mare e numerose sono le possibilità di abbandonare il sentiero (sempre molto ben segnalato) per ritornare sulla strada statale.

Continuando la passeggiata fino alla fine si arriva al Collegio del Mondo Unito, il cui giardino, seppur accessibile, è proprietà privata.Sempre al termine della passeggiata si giunge nelle immediate vicinanze del Castello di Duino, dimora storica dei principi della Torre e Tasso (Thurn und Taxis). Nelle vicinanze, facilmente raggiungibile in auto, si trova la chiesa di S.Giovanni in Tuba, costruita nel quinto secolo sulle rovine del preesistente tempio romano e situata nei pressi delle Bocche del Timavo (dove il fiume Timavo, il cui corso è in parte sotterraneo, riaffiora alla superficie) e le cui limpide acque erano state celebrate da Virgilio. Imperdibile.

Testo di Stefania Bacchini | Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Visto che sei arrivato qui…

... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Molte persone stanno leggendo Latitudes mentre le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo che il nostro giornalismo rimanga accessibile al nostro pubblico globale. I contributi dei nostri lettori ci consentono di mantenere questa apertura, in modo che tutti possano accedere a informazioni e analisi accurate ed indipendenti. Il giornalismo di approfondimento di Latitudes necessita di tempo, denaro e duro lavoro per produrlo. Ma lo facciamo perché crediamo che la nostra prospettiva sia importante, perché potrebbe anche essere la vostra prospettiva.

Se tutti quelli che leggono i nostri articoli aiutassero a sostenere la nostra attività, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Per un minimo di € 1, puoi supportare Latitudes e richiede solo un minuto. Grazie.