In viaggio da sole

Decidere di partire sole non è facile, talvolta ci sono circostanze che lo impongono, mentre altre volte si tratta di una scelta voluta. E una volta deciso, biglietti in mano e valigia pronta, sarà un’esperienza da ricordare nella vita e molto spesso da ripetere all’infinito. Variante della partenza in solitaria è il viaggio al femminile, senza uomini, la dimensione è differente, non meglio o peggio, ma i tempi, le aspettative, gli itinerari assumono contorni più fluidi. E  sono sempre di più le donne che decidono partire insieme alle amiche, alla mamma o figlia, oppure in solitaria (le solo traveller italiane, secondo gli ultimi dati Istat, sono 1,4 milioni).

Una tendenza che sta portando sempre più operatori turistici a sviluppare offerte dedicate e in linea con i desideri della clientela femminile. Le motivazioni sono da ricercarsi nei mutamenti dei  fattori sociali come il superamento di vecchi retaggi culturali, l’aumento del potere d’acquisto delle donne, l’allungarsi della vita attiva, il cambiamento delle situazioni familiari. Ma c’è da considerare anche la tendenza a considerare sempre di più il viaggio come un’esperienza, un regalo da fare a se stesse, da godere da sole oppure assieme a compagne con gusti ed esigenze simili. Le donne che scelgono di viaggiare sole o in compagnia di altre donne spesso hanno poco tempo a disposizione per il “fai da te” e quindi ricercano l’aiuto dei consulenti di viaggio, in grado di arricchire la proposta con esperienze particolari: corsi di cucina locale, percorsi benessere e i consigli per uno shopping autentico e ricercato sono i plus più apprezzati.

Da sole, per ritrovarsi

Un viaggio in solitaria è un modo per trovare se stesse, rimettersi in gioco, aprirsi al mondo. Le proposte non hanno virtualmente limiti, ma un occhio in più va riservato alla sicurezza: «Fornitori affidabili, possibilità di avere assistenza h24 e cura nella scelta delle destinazioni sono gli elementi che garantiscono la serenità – spiega Eleonora Sasso di Carte Orange –. Canada e Giappone, paesi di per sé molto sicuri, sono ideali soprattutto se è la prima volta che si viaggia da sole, mentre fra le più esperte i più richiesti sono India e paesi del Sudest Asiatico: Thailandia, Malesia e Indonesia su tutti». Ma non necessariamente viaggiare da sole vuol dire cercare una vacanza avventurosa: a volte si ha solo bisogno di relax su una spiaggia incontaminata, senza però ritrovarsi in un posto “da coppie”. Qui la competenza del consulente è fondamentale, continua  Sasso: «Anche le Maldive, tradizionalmente considerate una meta da luna di miele, possono essere perfette per una single in cerca di relax e bellezza. Esistono strutture che offrono l’atmosfera giusta, ma bisogna ricercarle con attenzione».

Benessere e divertimento con le amiche

Alle donne che viaggiano in compagnia di altre donne le mete consigliate sono quelle dove unire benessere, divertimento e shopping: le capitali, il Tirolo austriaco con percorsi yoga e benessere, le isole greche e le Baleari per unire sole e divertimento.  A lungo raggio la meta consigliata è Dubai: «È sicura e ha molte attrattive che uniscono antico e moderno: dallo shopping griffato ai tatuaggi all’henné tradizionali, fino alle lussuose spa. È consigliabile anche per i locali notturni, da cui si può rientrare in hotel in sicurezza prendendo i taxi dal tetto rosa, dedicati alla clientela femminile e guidati da sole donne».

Un weekend mamma e figlia

Unire i gusti di clienti con età molto diverse è una sfida, ma quando ci si riesce si ottiene una vacanza indimenticabile. Ancora una volta le capitali europee sono perfette per un weekend, su tutte Londra,  o un po’ più esotico  Istanbul e Marrakech, con la loro atmosfera unica, i profumi e sapori speziati, i bazar e l’artigianato locale. Anche se la meta shopping per eccellenza, se si ha a disposizione qualche giorno in più, è sicuramente New York.

Viaggiatrici senior

E le donne over 60 dove vanno? «Dappertutto» è la risposta di Eleonora Sasso. Si tratta di una nicchia molto interessante: le viaggiatrici senior sono donne attive, curiose, finalmente libere dagli impegni di lavoro e famiglia, che vogliono scoprire il mondo e hanno il tempo e le risorse per farlo, il viaggio è un regalo per sé.  Ci sono gruppi di amiche che ogni anno fanno un viaggio insieme, mentre chi è da sola preferisce i tour organizzati, che sono anche l’occasione per fare nuove amicizie. Viaggi però all’insegna del comfort,  la crociera è la preferita per visitare tanti posti senza stancarsi troppo. Per chi vuole qualcosa di  insolito c’è  l’Hurtigruten, un battello postale che percorre i fiordi norvegesi. Una nave di dimensioni ridotte, che tocca piccoli villaggi incontaminati, e che raccoglie una clientela internazionale mediamente di età alta, perfetta quindi per sentirsi sempre in ottima compagnia.

Per informazioni Carte Orange, l’azienda che propone viaggi personalizzati attraverso i suoi consulenti.

Testo di Teresa Scacchi|Riproduzione riservata Latitudeslife.com

 

 

 

 

 

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.