Air France-KLM si prepara all’era post- Covid e punta ai Caraibi

Dalla nuova politica commerciale agli aumenti dei voli, passando per la sfida dei vaccini: ecco come Air France-KLM si sta organizzando per la ripresa sostenuta del traffico aereo.

air-france-aeroporto
Photo by Kevin Bosc on Unsplash

Tra i comparti più duramente colpiti dall’emergenza sanitaria, come si sa, vi è quello aereo. Il 2021, però, sarà l’anno della svolta. Air France-KLM si sta preparando in vista della ripresa del traffico passeggeri. La capacità del Gruppo, ossia il numero totale dei posti offerti a livello globale, sarà del 40-45% per i primi mesi di quest’anno.

Il numero, però, varierà in base all’evoluzione dell’emergenza sanitaria: se la campagna di vaccinazione a livello mondiale darà buoni risultati, allora i numeri cresceranno  gradualmente. Si stima, infatti, che la capacità possa raggiungere il 60% nel mese di giugno ed il 70% nei mesi estivi di luglio e agosto.

Politiche commerciali più elastiche

Per andare incontro alle esigenze dei viaggiatori in questa delicata fase, il Gruppo ha modificato la propria politica commerciale. Inizialmente era prevista la sola emissione di voucher per i voli cancellati; oggi, invece, è garantita la massima flessibilità.

In pratica, per ogni biglietto acquistato entro il 31 marzo 2021 per viaggi entro il 30 settembre 2021 si potrà riprenotare il volo senza pagare alcun supplemento, oppure richiedere un voucher rimborsabile o, ancora, procedere direttamente al rimborso del biglietto.

Queste opzioni sono applicate sia nel caso il volo sia cancellato dalla compagnia aerea, sia nel caso il passeggero desideri spostare o rinunciare totalmente al viaggio. Il cliente, quindi, potrà scegliere in totale autonomia la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Nuove misure sono state prese anche per tutti i clienti Flying Blue, il programma fedeltà di Air France-KLM.  Innanzitutto, la scadenza delle Miglia è prolungata fino alla fine del 2021 per tutti i clienti Explorer e il livello Élite sarà rinnovato automaticamente per altri 12 mesi nel caso in cui il periodo di qualificazione scada tra marzo 2020 e febbraio 2021. Nessuna novità, invece, per i clienti Silver, Gold e Platinum: le miglia accumulate, infatti, saranno valide per sempre.

La questione ambientale

Nonostante la situazione contingente, Air France-KLM non dimentica il tema ambientale tanto che proseguirà con il suo programma di transizione ecologica.

Ma non è tutto: perché il Gruppo si è posto nuovi e ambiziosi obiettivi entro il 2030: riduzione del 50% di emissioni di CO2 per passeggero al km rispetto al 2005, riduzione del 50% di rifiuti non riciclati rispetto al 2011 ed emissioni zero per le operazioni di terra.

L’impegno delle due compagnie aeree nei confronti dell’ambiente è riconosciuto a livello internazionale: Air France-KLM è sul podio del Dow Jones Sustainability Index (DJSI) da 15 anni consecutivi (13 volte al primo posto).

Incremento dei voli sui Caraibi

Diverse le novità sui voli. In Italia Air France-KLM collega attualmente 9 città a Parigi e Amsterdam con orari e frequenze ridotte: Torino, Genova, Milano Malpensa, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Catania. Per il prossimo marzo è prevista la ripresa dei voli anche da Milano Linate.

la-perle-deshaies-basse-terre-guadalupa-caraibi-francesi
Basse Terre, Guadalupa Caraibi francesi

Inoltre è stato annunciato che Air France opererà fino a 3 voli al giorno su Pointe-à-Pitre e Fort-de-France da Parigi, offrendo la possibilità di partire sia da Parigi-CDG che da Orly.

Da Charles De Gaulle 4 voli alla settimana saranno operati verso Pointe-à-Pitre (martedi, mercoledi, giovedi e sabato) e 3 voli alla settimana verso Fort- de-France (lunedi, venerdi e domenica).

Da Orly, invece, previsti fino a 17 frequenze settimanali verso la Guadalupa e 16 verso la Martinica Air France aumenterà anche la propria capacità verso Reunion, offrendo fino a 2 voli al giorno da Orly. Questa riorganizzazione del traffico aereo faciliterà le coincidenze sia dalle capitali europee che dalle Regioni francesi.

Air France-KLM e la sfida dei vaccini

Foto di torstensimon da Pixabay

Fin dallo scorso marzo Air France-KLM Martinair Cargo si è costantemente impegnata per continuare a garantire i collegamenti del proprio network, contribuendo così a mantenere in atto catene di approvvigionamento.

In questo modo, anche durante l’emergenza Covid-19 le strutture sanitarie e i privati cittadini hanno continuato ad avere accesso a medicinali, attrezzature mediche, dispositivi di protezione individuale e altri prodotti di primaria importanza.

La prossima sfida logistica sarà la distribuzione mondiale dei vaccini che richiederà uno sforzo senza precedenti. Secondo alcune stime saranno circa 15 miliardi le dosi che dovranno essere distribuiti in tutto il mondo.

Alcune di queste, come quelle del vaccino di Pfizer, necessiteranno di un trasporto a temperature molto basse (-70 gradi Celsius) mentre altri dovranno essere trasportati ad una temperatura costante, compresa tra +2 e +8 gradi Celsius. Il Gruppo sarà in prima linea anche in questa difficile battaglia

Informazioni sulla compagnia francese sul sito di Air France-KLM

per Informazioni sul Turismo in Francia visitare il sito Explore France

Testo di Gabriele Laganà|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.