Telefonare all’estero e spendere poco: arriva la sim low cost

Chissà quante volte vi sarà capitato di partire per una vacanza in un paese straniero e ritrovarvi a spendere un sacco di soldi nonostante siate stati attenti a telefonare solo per pochi minuti.

È il dramma di ogni viaggio, il classico fattore che non viene mai messo in conto quando si calcola il budget. E allora si comincia con le schede telefoniche locali e internazionali, i cellulari “pay as you go” comprati in fretta e furia, o le chiamate con Skype appena c’è una connessione internet.

C’è chi passa le settimane prima della partenza a districarsi nel labirinto di piani telefonici per consumare il meno possibile, e arriva in vacanza preparatissimo su tutte le promozioni più vantaggiose. C’è chi improvvisa e finisce per restare senza credito dopo poche chiamate. E poi ci sono quei viaggiatori che per risolvere il problema spengono il cellulare e non telefonano proprio.

Mi direte – è un’ottima scusa per sparire dalla circolazione per un periodo e riprendersi dallo stress dei continui squilli che ci assillano ogni giorno, ma chi lo spiega a genitori e fidanzati?

Per venire incontro a chi vuole restare in contatto con il resto del mondo e i parenti a casa senza spendere tutto lo stipendio, è arrivato uno strumento di viaggio davvero utile: una nuova sim card ricaricabile che potete utilizzare per tutti i vostri viaggi in giro per il globo.

Si chiama Kilk, ed è la grande novità di questa estate: niente prefisso “da cellulare”, ma quello della città italiana in cui viene acquistato. Così il costo di ogni telefonata in entrata e in uscita verso l’Italia al prezzo di una normale chiamata urbana nazionale, mentre per l’estero il roaming è a zero nei 90 paesi più visitati al mondo.

Germania, Francia, Russia, Finlandia, e poi ancora Giappone, Australia, Kenya, Marocco, Brasile, Stati Uniti e Canada: tutti a tariffe agevolate, e senza cambiare numero.

L’operatore Kilk mobile ha suddiviso il mondo in sei zone per semplificare e rendere conveniente chiamare e ricevere telefonate o sms: ogni zona ha un costo, e non ci sono ulteriori addebiti nascosti. Basta andare sul sito e individuare l’area interessata. Qualche esempio, ricevere chiamate in Europa, Usa e Canada (zona 1) è gratis. Lo stesso per i paesi della zona 2, mentre il prezzo aumenta di qualche centesimo nelle altre aree.

In più, grazie alla partnership con “Viaggiare Low Cost”, potrete comprare una sim card e ricevere in omaggio un cellulare modello Glamour Bon Bon.

Affrettatevi, la disponibilità è limitata.


Link utili:

Kilk Mobile


A cura di Sandro Rossi – Viaggiare Low Cost | Revisione di Giorgia Boitano | Foto internet

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.