Pianeta Terra: Un mondo da salvare

Il 24 Febbraio al Museo di Storia Naturale con Luca Bracali

Luca_Bracali_mongolia

E’ un libro. Ma è anche un documento storico. E’ una raccolta di immagini. Ma è anche una testimonianza. E’ la fotografia degli angoli più belli del pianeta così come sono visibili oggi e come potranno essere ricordati. La macchina fotografica e lo zoom sono le armi usate da Luca Bracali in difesa del mondo aggredito dall’uomo, dalla cementificazione e dall’inquinamento. Venerdì 24 febbraio  alle 17.30, al Museo di Storia Naturale di Milano, il fotografo, regista ed esploratore Luca Bracali  con Maurizio Rebuzzini, direttore della rivista FOTOgraphia, presenterà il libro “Pianeta Terra. Un mondo da salvare”. Il volume, edito da Silvana Editoriale, è bilingue (italiano e inglese) e si articola in dieci sezioni: lo scioglimento dei ghiacci del pianeta, scienza artica ed esplorazione, il re dei ghiacci, inquinamento artico, desertificazione, acqua fonte di vita, cibo necessario, eco energia, energia dalla terra, un cuore verde, e si conclude con astronave terra: un codice di bordo, contributo di Marco Bresci. Il libro è uno straordinario racconto in immagini della nostra Terra, dei suoi luoghi più fragili e più selvaggi descritti senza filtri da Luca Bracali: dalle spedizioni in estremo nord, gli incontri ravvicinati con orsi, lupi e volpi artiche, alla spedizione in Birmania, emozionante viaggio nel tempo. “L’arma di Luca nella difesa del pianeta è la sua macchina fotografica, il suo prezioso strumento, che usa per produrre immagini impeccabili e affascinanti con la maestria di un ricercatore, uno scienziato artista grafico il cui lavoro armonizza con quello di geologi, meteorologi, biologi e naturalisti che spesso incrocia durante i suoi viaggi da esploratore. Sempre con sé egli fissa con essa i momenti più inaspettati, mettendo l’accento su luoghi ed eventi. Sono immagini preziose quelle di Luca, perché ci raccontano delle qualità della Natura in maniera diretta, usando la forza della visione senza l’interferenza del rumore di fondo che molto spesso perturba l’informazione vocale. Sono preziosissime perché vanno ad aggiungersi alla collezione globale d’immagini prodotte da altri bravi fotografi del mondo. Una raccolta indispensabile per lasciare alle future generazioni la descrizione delle bellezze della natura com’è ancor oggi.”

Testo di Lucio Rossi | Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.