Città family friendly, ecco le migliori

Crescere una famiglia è impegnativo, ma può essere più semplice se si trova il luogo giusto dove vivere. Homeday ha portato a termine uno studio grazie a cui ha individuato la classifica delle 100 città ideali per le famiglie. A dominare al primo posto c’è Copenaghen. Delle prime 20 posizioni della classifica ben 13 sono occupate da città europee. Le uniche due presenze italiane sono rappresentate da Milano, al 62° posto e Roma al 78°.

Per realizzare questa ricerca Homeday ha intervistato 30.000 professionisti, giornalisti per la loro Expert Perception. È stato poi chiesto anche a centinaia di genitori quali sono, secondo loro, le caratteristiche che rendono una città ideale per le famiglie. Dalle risposte ottenute sono stati presi in considerazione diversi fattori, tra cui: sanità, sicurezza, sistema educativo, disoccupazione, attività per bambini, spazi verdi, diritti di maternità/paternità, alloggio,  inquinamento, trasporti, aeroporti per bambini, accessibilità e felicità. Assegnando un punteggio ad ogni categoria sono quindi state esaminate le principali città del mondo, da cui è poi risultata questa classifica.

La top 10 delle migliori città dove crescere una famiglia si apre con Copenaghen. Segue poi Oslo che presenta il punteggio più alto nella categoria felicità. In terza posizione si trova Zurigo. Di seguito viene Stoccolma il cui paese, la Svezia, è al primo posto per quanto riguarda la sanità. A metà classifica si trova invece Amburgo, che meriterebbe invece il podio secondo il sondaggio eseguito sulla percezione di esperti e professionisti. La prima città non europea che compare nella classifica è Vancouver, che occupa il sesto posto. Basilea e Toronto si trovano relativamente in settima e ottava posizione. Segue poi Stoccarda, che vede la Germania al primo posto per la categoria spazi verdi. Chiude la classifica Monaco di Baviera.

Testo di Chiara Dalla Fontana |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.