Io viaggio ma non volo: muoversi senza prendere l’aereo

Line Spacing+- AFont Size+- Print This Article

Di fronte all’emergere ai colossi delle compagnie low cost ed al generale clima di rincorsa dell’offerta last minute, esistono anche viaggiatori che decidono di fare a meno dell’aereo. Questa scelta riguarda spesso i giovani e giovanissimi, dotati di maggiore sensibilità nei riguardi di problemi ambientali, che optano per uno slow travel, un viaggio il cui itinerario si può scegliere strada facendo. La scelta di un mezzo alternativo è anche la scelta di un diverso contatto col territorio e con le persone, un’esperienza più intensa e totalizzante che permette di penetrare lentamente  profondamente una nuova realtà.

La scelta più estrema, ma anche più affascinante, è il viaggiare completamente a piedi: ne è prova l’avvincente resoconto di Mattia Miraglio (11.000 km a piedi). Raggiungere lentamente e faticosamente la propria meta è anche un modo per conoscere se stessi, accettare i propri limiti e valorizzare le proprie capacità. Il viaggio a piedi richiede semplicemente di caricarsi uno zaino in spalla e uscire di casa: all’inizio sarà estremamente faticoso, sia camminare sia vivere senza i confort casalinghi, ma gradualmente il corpo si abituerà a questa nuova condizione e verrà autenticamente a contatto con il territorio che si è deciso di esplorare.

Un altro modo di viaggiare piuttosto avventuroso e rinvigorente è il viaggio in bici. Si sono moltiplicate negli anni le strade attrezzate per essere percorse in bici, e anche in questo caso basta poco: la bici, il casco, uno zaino in spalla e la voglia di mettersi in gioco. Differentemente da quello che si potrebbe pensare, non è necessario intraprendere viaggi lunghissimi e vivere completamente per conto proprio: ci sono comodi itinerari di una o due settimane per i ciclisti alle prime armi, programmabili così che la sera ci si possa riposare in un hotel o un ostello. L’importante è scegliere la meta non per la facilità del percorso, ma per l’interesse del paesaggio e del territorio.

Sempre nel contesto dei viaggi ecosostenibili, il viaggio in treno è da sempre un considerato il miglior modo per viaggiare a basso costo, soprattutto se si è giovani ed alle prime esperienze. In questo senso vale la pena di considerare un viaggio interrail, che permette, con un solo pass, di girare tutta l’Europa e scegliere il proprio itinerario anche all’ultimo minuto. Infatti, a parte alcuni treni che devono essere prenotati in anticipo, con il pass interrail si può salire su qualunque treno europeo senza doversi preoccupare di comprare il biglietto per tempo. Sono diversi gli itinerari consigliati per poter godere di splendidi paesaggi, come il treno russo Transiberiano, che attraversa interamente il territorio russo. Altre destinazioni più vicine possono essere raggiunte in giornata partendo la mattina, per esempio un viaggio Milano-Berlino impiega un decina di ore al massimo. Da quest’anno, inoltre, il pass interrail è gratuito per i neodiciottenni.

Un’altra proposta low cost che ha preso piede negli ultimi anni è il flixibus: si tratta di particolari autobus pensati per lunghi viaggi, che permettono di viaggiare da una parte all’altra d’Europa spendendo poco e in modo confortevole. I Flixibus infatti, differentemente dai normali autobus, offrono una serie di servizi a bordo, fra cui wifi, wc, e prese di corrente per ogni sedile, nonché la possibilità di portare con sé fino a due bagagli, uno a mano e uno in stiva. L’azienda propone fino a 2.700 collegamenti giornalieri in 27 paesi europei e non. I costi partono addirittura da 5 euro per un viaggio, ma anche viaggi più lunghi come Milano-Amsterdam hanno costi intorno ai 40-50 euro.

Se invece  che per terra si preferisce viaggiare per mare, esistono ormai da anni piattaforme online dove ogni giorno vengono postati centinaia di annunci per organizzare un equipaggio ed un viaggio su imbarcazioni private. Nel mondo ci sono infatti molti capitani esperti o anche semplici appassionati (molto spesso anche multilingue) che cercano una buona compagnia per affascinanti traversate. Vale la pena anche di considerare le crociere, che, oltre ad offrire a bordo tutte le comodità di vitto ed alloggio, propongono interessanti itinerari in giro per il mondo, con offerte anche molto vantaggiose. Per i più temerari, sono disponibili anche crociere che fanno il giro del mondo, toccando tutti e cinque i continenti e offrendo, incluse nel prezzo, anche stupende escursioni nel territorio interno.

L’ultima proposta per un viaggio in autonomia è viaggiare esclusivamente in auto. Si può scegliere di viaggiare per conto proprio, senza doversi preoccupare di prenotare treni o altri mezzi di trasporto, potendo raggiungere qualsiasi parte d’Europa, anche i luoghi meno collegati dai mezzi pubblici. Tuttavia per un viaggio low cost in auto è da considerare la possibilità di condividere lo spazio e le spese con altre persone, sia come conducente che come passeggero. Anche in questo caso negli ultimi anni hanno preso piede diverse piattaforme online che permettono di cercare altri viaggiatori con cui condividere il viaggio e le spese, permettendo un risparmio considerevole.

Testo di Costanza Bersani|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

 

 

Viaggi

Idee per addio al nubilato? Tutti a bordo, c’è il viaggio in camper

Idee per addio al nubilato? Tutti a bordo, c’è il viaggio in camper

Sempre più diffuso trascorrere  il proprio addio al nubilato in viaggio con le amiche. Prima della luna di miele ormai è abitudine abbastanza consolidata passare qualche giorno di relax e divertimento [...]

RICEVI GRATIS LA RIVISTA
Compila questo modulo per ricevere tutti i mesi gratuitamente la nostra rivista Latitudes direttamente nella tua email.
Latitudes App
Sfoglia la nostra rivista ovunque tu sia
Latitudes App
Sfoglia la nostra rivista ovunque tu sia