Non solo sci: tre località per sport alternativi

La montagna, ma non solo per lo sci: molte attività alternative per questo inverno alternativo. Ecco tre località ideali per godersi il paesaggio montano e provare qualcosa di diverso, immergendosi nella magica atmosfera invernale.

Alle falde del Cervino

matterhorn-cervino
L’imponente sagoma del Cervino ripreso dall’elicottero Foto di Julius Silver da Pixabay

Alle pendici del Monte Cervino, che si erge imponente sul confine italo-svizzero, si estende l’incantevole Valtournenche. Tra le più rinomate della Val d’Aosta, questa zona presenta splendidi itinerari e, soprattutto d’inverno, diventa la meta ideale per gli sportivi. In particolare il comprensorio di Breuil-Cervinia ospita diverse piste per ciaspole, che permettono allo sguardo di soffermarsi sui candidi panorami e sui dettagli suggestivi del paesaggio.

I tre percorsi di Breuil-Cervinia

Foto di adege da Pixabay

Questa località ha recentemente aperto tre piste che soddisferanno gli appassionati di racchette per neve. La prima consente di attraversare i boschi che sovrastano il villaggio di Crèpin, dove è possibile avvistare stambecchi, camosci e caprioli.

Il secondo itinerario porta a scoprire il fascino invernale del lago di Loz. Infine, il terzo tracciato prevede l’avvicinamento al caratteristico alpeggio di Layete e l’arrivo all’incantevole pianoro del Plan di Golye. Così l’attività sportiva lascia spazio alla contemplazione di luoghi che l’inverno rende magici e affascinanti.

Cortina: la regina delle Dolomiti

Le cime che circondano Cortina d’Ampezzo sono la principale attrazione ©Marco Santini

Se le Alpi occidentali regalano splendidi paesaggi, quelle orientali non sono da meno. La seconda località che proponiamo per un’entusiasmante vacanza è Cortina d’Ampezzo, la regina delle Dolomiti. Un gioiello del Veneto, la città rappresenta un connubio tra arte, storia e natura che l’inverno rende una delle mete più ambite dagli italiani.

Una mountain bike invernale

Oltre alle prestigiose piste sciistiche, la città bellunese propone svariate attività che non richiedono gli sci sotto ai piedi. Da non perdere per esempio la fat bike.

La fat bike è una bici con le ruote molto grosse, che consente di muoversi anche su terreni impegnativi, grazie al loro spessore che garantisce una maggiore aderenza. Sulla neve una classica mountain bike non riuscirebbe a spostarsi, mentre con questo mezzo si potranno intraprendere sentieri innevati che s’insinuano tra le bellezze montane. 

Rifugio Col Gallina: avventure su due ruote

Foto di Susanne Jutzeler, suju-foto da Pixabay

A Cortina, questo servizio è un punto forte del Rifugio Col Gallina. Qui si può noleggiare le fat bike e sono disposizione istruttori qualificati, con un circuito di prova lungo 500 metri con dossi e curve paraboliche sul passo Falzarego. Il territorio che circonda Col Gallina propone diversi percorsi che si sviluppano in piano, in discesa o in salita a seconda dei gusti e del livello.

Valle Isarco: una meta per tutti i gusti

L’ultima località consigliata è la Valle Isarco, in Trentino-Alto Adige, che ospita tesori naturalistici e città dalle antiche origini, come Bressanone e Vipiteno. Gli ameni paesaggi che caratterizzano la valle esercitano il loro fascino in ogni stagione, attirando numerosi visitatori in ogni periodo dell’anno. Escursionisti, sciatori e amanti delle ciaspole trovano qui una soluzione ideale. Ancora più soddisfatti saranno gli appassionati dello slittino.

Un trionfo di discese

Foto di Ri Butov da Pixabay

In Alto Adige lo slittino è una sorta di sport nazionale, che si impara fin da bambini. L’ebbrezza che la discesa a tutta velocità suscita ha contagiato anche i turisti, che spesso durante le loro vacanze si dedicano a questa attività. Nella Valle Isarco si trova una delle migliori dotazioni di piste per slittino, con 50 piste per tutti i livelli. Spesso lungo questi percorsi ci sono baite e rifugi che invitano a sostare e a contemplare il territorio circostante.

Due piste imperdibili

Quella di Monte Cavallo, stazione sciistica di Vipiteno, è una delle piste più lunghe d’Italia: un percorso di 9.6 km che attraversa i boschi innevati fino a giungere in prossimità del centro abitato. Nel 2011 è stata dichiarata la pista più sicura di tutta l’area germanofona. Inoltre la sera è illuminata e questo consente una suggestiva ed emozionante discesa notturna. La seconda proposta è la pista RudiRun: sulle nevi di Plose si delinea un tracciato che inizia dal rifugio La Finestra e giunge alla cabinovia, con la quale risalire al punto di partenza.

Info utili

Per maggiori informazioni sul Cervino visitare il sito ufficiale del Cervino Ski Paradise.

Per saperne di più sugli sport alternativi a Cortina visitare il sito ufficiale.

Per maggiori informazioni sulla Valle Isarco visitare il sito ufficiale.

Testo di Giulia Riedo |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.