Aruba, mare tutto l’anno

Le meraviglie naturali e le condizioni meteo particolarmente favorevoli rendono l’isola di Aruba, situata nei Caraibi del sud, la destinazione per un viaggio dedicato al mare in qualsiasi periodo dell’anno.

caraibi-aruba-spiagge-coppia-in-spiaggia
Una spiaggia per due, Aruba, Caraibi ©Shutterstock

L’estate è lontana. Freddo e pioggia la fanno ancora da padroni. Bisogna aspettare ancora alcuni mesi prima di potersi concedere una rilassante vacanza al mare.

Ma chi freme per distendersi su una spiaggia cullati dal dolce suono delle onde che accarezzano la sabbia può volgere la propria attenzione ai Caraibi.

Una destinazione perfetta anche per un tuffo in pieno inverno è rappresentata da Aruba, isola che vanta una temperatura media di 28 gradi tutto l’anno, una popolazione accogliente e ospitale e meravigliosi angoli incontaminati da scoprire. Oltre, ovviamente, a un mare color turchese e grandi e tranquille spiagge dalla sabbia bianca circondante da una natura straordinaria.

I “segreti” di Aruba

La cosiddetta “One Happy Island” dei Caraibi è facilmente raggiungibile dall’Europa oppure abbinabile a un viaggio negli Stati Uniti o in Sud America.

Per questo il Paese è meta ideale per un viaggio di nozze, un anniversario, il rinnovo dei voti, una proposta di matrimonio e, perché no, il matrimonio stesso.

Oltre al mare, perla del territorio, Aruba gode di alcuni vantaggi meteo che attirano i viaggiatori. Innanzitutto è l’isola dei Caraibi con più giorni di sole. Non va dimenticato, inoltre, che in qualsiasi periodo dell’anno la temperatura tropicale è rinfrescata dai venti alisei. Infine Aruba ha la fortuna di trovarsi fuori dalla rotta degli uragani.

Mare e avventure

aruba-caraibi-ponte-naturale
Un ponte di roccia naturale ad Aruba, Caraibi ©Shutterstock

Il relax assoluto in un ambiente di straordinario fascino è garantito. Mare, mare e ancora tanto mare. Così si trascorrono le giornate sull’isola. Ma non solo. Perché chi desidera vivere qualche esperienza un po’ più adrenalinica può partecipare ad attività divertenti ed emozionanti che contribuiranno a rendere la vacanza davvero indimenticabile.

Si può, ad esempio, esplorare la vita sottomarina creatasi intorno ai numerosi relitti sommersi che costeggiano l’isola, come quello di Antilla affondato il 10 maggio 1940, magari incrociando una tartaruga di mare.

Oppure ci si può regalare un picnic personalizzato su Eagle Beach, considerata una delle spiagge più belle del mondo, scegliendo tra colazione, aperitivo o cena sotto il cielo stellato.

Altrettanto suggestiva la possibilità di fare una escursione in barca al tramonto degustando alcune prelibatezze sullo stesso battello, accompagnati dalle note di alcuni musicisti che suonano dal vivo.

Romanticismo e buoni sapori si combinano la sera: al calar del sole si può scegliere uno dei diversi ristoranti che vengono allestiti direttamente sulla spiaggia.

I collegamenti

Aruba offre connessioni giornaliere con i principali hub americani. Per questo è una destinazione che può essere inclusa in un viaggio negli Stati Uniti, in Sud America o in Canada. Una interessante alternativa è l’“island hopping”, il tour delle isole ABC (Aruba, Bonaire e Curaçao) che fanno parte delle Antille Olandesi.

Seppur con alcuni elementi in comune, queste isole presentano 3 anime molto diverse: Bonaire è un paradiso per le immersioni, Curaçao ha la capitale patrimonio UNESCO mentre Aruba è nota apprezzata per il mare e le spiagge.

Un soggiorno nella sola Aruba è possibile grazie alle connessioni garantite da KLM che, dai principali aeroporti italiani, collega l’isola via Amsterdam, oppure con il nuovo volo British Airways che a partire da marzo di quest’anno collegherà London Gatwick ad Aruba.

Informazioni utili:

Per saperne di più si può consultare il sito.

Testo di Gabriele Laganà|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.