Banner Massachusetts Latitudes

28 marzo 2012

Pensione da sogno? All’estero!

Categorie: News&Eventi
Watamu kenya 620x415 Pensione da sogno? Allestero!

La spiaggia di Watamu in Kenya


Sessant’anni o giù di lì: scatta l’ora della pensione. Per alcuni un’età vissuta con rassegnazione, più densa di ricordi che di progetti. Per altri, complice l’allungamento dell’aspettativa di vita, un’età per coltivare le proprie passioni, quelle cui non ci si è mai potuti dedicare causa mancanza di tempo, per  impegni lavorativi, di genitori, di figli eccetera. Ora che finalmente il tempo non è più un problema occorre però fare i conti con la pensione, il più delle volte insufficiente.


Se non si possono aumentare le entrate occorre diminuire le spese, rischiando di dover ridimensionare uno standard di vita faticosamente conquistato negli anni. A meno di non trasferirsi in un Paese dove vivere costi meno, che conservi però una buona qualità di servizi, assistenza medica soprattutto. Decisione coraggiosa, certo, ma che viene affrontata da un numero sempre maggiore di neo pensionati, che optano per iniziare la loro nuova vita altrove. A seconda della scelta occorre un certo spirito di adattamento e soprattutto sposare la filosofia di vivere local, perché se si cerca di riprodurre lo stesso stile di vita con le medesime abitudini (alimentari e non) del Bel Paese, si rischia di spendere molto di più.

Ksar Ouled Soultane Tataouine Tunisia 300x225 Pensione da sogno? Allestero!

Ksar Ouled Soultane Tataouine Tunisia

Innanzitutto qualche numero per capire le dimensioni del fenomeno
Su oltre 16 milioni di prestazioni pensionistiche pagate dall’INPS, circa mezzo milione sono state pagate a beneficiari residenti all’estero. Con l’ausilio delle statistiche dei versamenti per Stato estero effettuati nel 2010 e di numerosi motori che, mediante diversi algoritmi, paragonano il costo della vita in Italia con quelli delle destinazioni sognate,  abbiamo indagato quale nuova patria hanno scelto molti nostri connazionali e perché,  ben sapendo che non è solo il fattore economico a guidare una decisione di tale portata, ma che vi incidono anche fattori culturali, climatici, di distanza geografica e di durata;  se cioè si decida per un trasferimento definitivo o si opti per una soluzione più soft, una specie di part time per un certo periodo dell’anno.


Ipotizziamo che i nostri neo pensionati vendano (o affittino) la casa di proprietà e i loro beni mettendo insieme un discreto capitale, che parte di questo capitale venga reinvestito nell’acquisto di una nuova casa, che abitino a Roma  e che la loro pensione ammonti a 1000 € al mese per rendere più facili i raffronti. Ovviamente se fosse di più o di meno basterà moltiplicare di conseguenza. Occorre anche tener conto che il costo della vita nella propria città di residenza (da cui si vuole partire), potrebbe essere anche notevolmente  diverso da quello di Roma e che di questo occorre tenere conto introducendo anche un coefficiente di confronto ricavabile dalle tabelle ISTAT.


NOTA: Per ogni Paese, tra parentesi  4 numeri:

  • Il numero di italiani residenti all’estero iscritti all’AIRE secondo i dati del Ministero dell’Interno, Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali. I dati sono aggiornati al 31.12.2010. Per avere una idea di quanti connazionali troverete.
  • Il numero di prestazioni pagate dall’INPS a beneficiari residenti all’estero, secondo il servizio di statistica interno. I dati sono aggiornati al 31.12.2010. Per capire quanti sono più o menoin condizioni simili a voi.
  • € necessari in loco per avere un tenore di vita equivalente a 1000 € di stipendio a Roma (in corsivo) secondo il motore di ricerca Numbeo, database che elabora dati forniti da residenti in tempo reale integrandoli a quelli forniti da autorevoli fonti.
  • Stipendio assegnato dall’ONU ai suoi funzionari residenti, per 1000 € a New York (indice ONU del costo della vita). Per avere un parametro di confronto qualora fossero necessari anche frequenti rientri.

Da tenere presente che ci si riferisce per lo più alle capitali: nelle altre località la vita può costare assai meno.


L’Europa, per vicinanza e semplicità burocratica è la prima area da prendere in considerazione, ma anche quella che offre meno opportunità.  L’Albania (537, 114/684-890) è un’eccezione. Clima mediterraneo a pochi km dalle nostre coste, cibo simile, sta facendo grandi progressi dal punto di vista sociale, molti parlano l’italiano.  Vantaggiose sono anche Bulgaria (695, 161/537-880) e Romania (3062, 782/505-880) ma un po’ più lontane e con maggiori difficoltà linguistiche. Qualche risparmio, più limitato offrono anche Grecia (10622, 413/982-940) e Spagna (13584, 3890/846-1010), mentre della Turchia (3619, 54/688-820), che pure offrirebbe molti vantaggi in termini di clima, di stile di vita e servizi, spaventa soprattutto la lingua.

p Marocco bazar 300x225 Pensione da sogno? Allestero!

Bazaar. Marocco

Al di là del Mediterraneo anche la costa dell’Africa con Marocco (2048, 279/758-860) e Tunisia (3006, 192/574-820) può essere un’ottima soluzione: clima mite,  abituati al turismo italiano, il francese è abbastanza diffuso, le abitudini alimentari simili e sono anche vicini. Nelle capitali le cure mediche sono all’altezza. Chi ama le isole opta per Capo Verde (231, 124/550-950) facilitato dalla lingua e da una popolazione molto accogliente. Più a sud c’è il Kenya (1569, 37 / 520-880) paradiso per i malati di mal d’Africa e per chi si sente in grado si dare un taglio davvero netto alla cultura e allo stile di vita che conosciamo, in parte aiutati dalla numerosa comunità di italiani residenti. Anche il Sud Africa (30673, 1312/797-830), è una delle destinazioni più ricercate, perché unisce i vantaggi della lingua inglese, a quelli di un Paese economicamente avanzato con un clima temperato e una natura selvaggia.


I Caraibi sono una delle mete di fuga per antonomasia. Escludendo Cuba, bella ma impossibile per le difficoltà burocratiche, per l’accreditamento della pensione e per vivere con la libreta da 10€ al mese (se si paga in peso convertibile costa come l’Italia), due tra i Paesi più  amati sono la  Repubblica Dominicana (5299, 215/690-840) e la Costa Rica (4418, 101/721-860), facili per la lingua, l’ottimo clima, la gustosa cucina e l’allegria contagiosa del clima. Anche Panama (2365, 19/569-850) e Nicaragua (1108, 8/509-870) hanno i loro fan, pur con numeri inferiori a causa di un clima peggiore (Panama) e un certo ritardo nello sviluppo delle infrastrutture. (Nicaragua).  Chi ama luoghi più vasti e densi di storia senza rinunciare al mare blu dei Caraibi prenderà in considerazione il Messico (11471, 226/580-890) che di mari ne ha addirittura 2, uno per costa. E’ un grande Paese che ha nella facilità della lingua, nelle infrastrutture ben sviluppate e nella sua economia i punti di forza. Un po’ di attenzione nella scelta della città a causa dell’alto tasso di criminalità di alcune zone è doverosa.


Il Sud America, area storicamente di forte emigrazione sperimenta ora anche flussi contrari. Dall’Argentina (648.333, 38.581/665-790), la meta più gettonata dai nostri espatriati (seguita da Germania e Svizzera ndr), storicamente una seconda madre patria, al Brasile (284.388, 9634/882-1080), all’Uruguay (86.146, 2102/874-850) i nostri pensionati trovano ritmi rilassati, cognomi italiani, clima mite e un’allegria rigenerante.

Altrettanto non si può dire dell’austero Canada (134617, 64172/1030-980), dove però i pensionati residenti hanno per lo più passato là tutta la vita lavorativa e si sono integrati nella società canadese, salvo sporadici ricongiungimenti.

thai beach 300x225 Pensione da sogno? Allestero!

Spiaggia thailandese

Chi guarda ad Oriente pensa all’India (979, 58/352-830) uno dei BRICS, locomotive dell’economia mondiale, dove si parla inglese e ci sono ottime strutture sanitarie, ma la burocrazia è lunghissima, il clima non sempre piacevole ed è difficile integrarsi per motivi inerenti all’organizzazione sociale e alla religione, anche se è un popolo accogliente.


Oppure ancora più a oriente, all’Estremo Oriente. La Thailandia (2718, 180/529-860) guida il libro dei sogni, grazie alle sue isole, al mare, alle ottime infrastrutture, alla cortesia dei suoi abitanti e alla sua cucina tra le migliori 5 del mondo. Indonesia (878, 17/542-910) e Filippine (897, 185/460-890) sono invece le mete predilette dagli amanti del mare a tutti i costi. Il mare è stupendo ma lo si paga con una certa arretratezza nei servizi. Vietnam (288, 1/452-820) e Malaysia (532, 147/578-820) sono l’alternativa, quest’ultima con un ottimo rapporto tra servizi molto efficienti, mare stupendo e parchi nazionali indimenticabili.

E il Ministro Fornero, sarà solo un ricordo lontano…


Testo di Federico Klausner


Riferimenti

Ministero dell’interno, Dipartimento Affari Territoriali Statistiche ISTAT dei residenti all’estero. Numero di iscritti all’AIRE

Numbeo: un grande database costruito dagli utenti sulla base dei prezzi reali rilevati sul posto, con una serie di opzioni  che, oltre al costo della vita generale, fornisce una serie di indici per singole categorie (affitto, cibo, ristoranti ecc.) in inglese.

La società Mercer fornisce annualmenteun’indagine elaborata sul costo della vita in molte città del mondo.

Statistiche INPS sul numero di prestazioni pagate a beneficiari residenti all’estero, secondo il servizio di interno.

Nel sito molltutto.it oltre a molte utili informazioni c’è la tabella applicata dall’ONU ai suoi dipendenti per parametrare il loro stipendio al costo della vita quando vengono assegnati a sedi diverse da New York il cui costo della vita è convenzionalmente assunto = 100


Link utili

Mollotutto.it; Espatriati.itJust landed tutti siti e blog che forniscono informazioni e servizi per chi vuole espatriare

Expatclic.com: forum al femminile per chi vuole espatriare. All’interno una utile pagina – indice dei siti web e forum frequantati da espatriati nei vari Paesi

Voglioviverecosi.com portale per chi sogna di cambiare vita ma non ha ancora deciso come, dove e quando.

Expatistan.com permette di paragonare il costo della vita della città in cui attualmente si risiede, con quello della residenza desiderata creato dagli utenti della rete (in inglese

Easyexpat.com contiene all’interno un software che permette di calcolare il salario che si dovrebbe avere per mantenere l’attuale stile di vita .

Tags: , , ,



54 commenti

  1. Antonio scrive:

    molto Interessante. Argomenti trattati esaurientemente.

    • Federico Latitudeslife scrive:

      grazie! (fk)

    • Enzo scrive:

      La mia mail bari.enzo@yahoo.com
      Ospite da un amico filippino, turista per 20 giorni. In Italia la fame, soffrivo il vivere quotidiano in Filippine stavo bene, così bene che la mia permanenza dura da 5 anni, mi sono sposato e vivo un’altra vita invece di passare il mio tempo al bar e la sera come uno zombi con la TV. Un pensionato di 62 anni come me quale motivazione ha per sopravvivere in Italia aspettando di morire da solo? Pensioni da fame , tasse, il caro vita. In Filippine vivo in una città circondata da colline e sul mare. Una citta di 50.000 abitanti con economia rurale e commerciale senza inquinamento.
      Ho trovato una vita tranquilla e non vivo piu solo con la mia ombra, una casa piu che dignitosa, il portafoglio non piu vuoto e misero. Ho di pensione 600 al mese piu una integrativa di 250 vivo senza ristrettezze e risparmio anche 150/200 euro al mese!!!!!
      Con questi soldi come vivrei in Italia non dico in tre persone ma anche da solo. In Italia spendevo 450 euro al mese per un bilocale poi elettricità, riscaldamento, tasse, ecc.. ecc… che mal di testa, sempre a cercare soldi in prestito per sopravvivere come un morto di fame !!!!! Qua molto serenamente affronto il quotidiano senza il problema di pesare il contenuto del portafoglio e in pace con me stesso mi godo la mia nuova vita, la mia giovane moglie e la sua bellissima bambina e io sono rinato!!!.
      Ti interessa avere informazioni, ti piacerebbe venire qui da solo o con la tua compagna, scrivimi per I chiarimenti che cerchi. Mi piacerebbe se degli italiani venissero qui nella mia citta e se ci frequentiamo da buoni amici. bari.enzo@yahoo.com
      Vi saluto Enzo

  2. ildo scrive:

    Ripeto la domanda.
    Sono pensionato e vorrei trascorrere alcuni mesi all’anno, in Albania (ksamil o Saranda)
    Avendo una pensione che non mi permette troppe spese e poca voglia di viaggi a lungo raggio,anche per poter tornare in caso di bisogno,opterei per l’Albania.
    Se gentilmente poteste darmi consigli e informazioni,mi recherò sul posto verso Maggio a vedere di persona,sapete come posso cercare un volo o una nave a basso prezzo?e per quanto riguarda gli affitti di case o appartamenti trovo solo prezzi turistici, come quelli della Liguria.
    GRAZIE ILDO

    • Federico Latitudeslife scrive:

      Caro Ildo , guarda che già ti è stato risposto: avevi postato la domanda in Best in Travel 2011, dieci paesi da visitare e lì ti è stato risposto. Ora la posti qui, ma la risposta è identica e te la ripeto: Buonasera Ildo, l’idea di sincerarti di persona è la cosa migliore. Per il resto, se fai riferimento alla nostra inchiesta http://www.latitudeslife.com/2014/01/pensione-da-sogno-sempre-all%e2%80%99estero/ ripreso da molti giornali, troverai dati circostanziati relativi al Paese nel quale ti piacerebbe trasferirti. In coda a tutto , nei link utili, i siti delle comunità di espatriati che ti possono fornire consigli utili. Buona fortuna! (fk)

  3. Giuseppe scrive:

    Volevo espatriare appena in pensione poi non ho avuto il coraggio, sto combattendo con le tasse giorno per giorno e ora ho deciso di mettere un stufa a pellets dopo che l’ ultima bolletta del gas mi addebitavano € 255 contro un consumo effettivo per € 110. Il mio nervoso e’ infinito nella mia vita lavorativo ho girato il mondo Filippine, Cina , Usa, Europa tutta escluso i vecchi paesi dell’est sono incuriosito e sto facendo un pensierino per le Canarie ma non riesco ad avere informazioni circa la tassazione alle Canarie ma non disdegno di prendere in esame anche la Bulgaria visto quello che ho letto, chi mi puo dare informazioni circa la tassazione alle Canarie o in Bulgaria mi fa un grosso piacere.
    Grazie
    Giuseppe

    • Federico Latitudeslife scrive:

      Capisco Giuseppe, speriamo che qualcuno risponda. (fk)

      • freego scrive:

        CANARIE!!! riscaldamento non serve lingua facile da imparare costo della vita inferiore all’italia qualità della vita MOLTO superiore…

        • sandro scrive:

          ciao Freego ; sono un pensionato con 1000 Euro ( diciamo ) al mese e stò valutando seriamente la possibiità di trasferirmi alle canarie.-.cosa mi frena ? ? la classica paura della prima volta e della decisione da prendere . quindi ti chiedo ” saresti disposto ad accompagnarmi in questa difficile ( per me ) scelta ? ? dandomi alcune dritte che possano convincermi ??…..se te la senti scrivimi pure nella mia E.mal come avere un contatto più diretto e poi ..!!!!?? ( potremmo diventare dei buoni amici ) che ne dici ? SANDRO P.S. – sono di treviso

    • Enzo per Giuseppe scrive:

      Paesi dell’est, Canarie – Tasse ?????
      Tre anni passati in Filippine, Tornato in Italia per un periodo di tempo con moglie filippina, fra 20 giorni ritorniamo in Filippine e chiudo definitivamente con questo paese che ci ha rubato tutta la nostra vita e la nostra dignità !!!

      Come vivo in Filippine e cosa spendo:
      Ho convertito i prezzi in euro per facilitare il confronto con l’Italia attenzione questi costi sono da me sostenuti in una città di 200.000 abitanti in una zona con economia rurale e commerciale non ricca ma senza inquinamento; se si va a vivere in zone più “in” e ricche tipo la capitale Manila, la bellissima Davao, a Cebu o in certe isole “paradiso” i costi aumentano del 50% 80% e anche al doppio.
      Conviene vivere in posti dove la vita ha costi veramente accettabili e organizzarsi ogni tanto come turista per godere delle bellezze naturali Filippine.
      In media, io con mia moglie e la sua bimba, con (3500 pesos filippini) 70 euro alla settimana riesco a coprire i piccoli costi giornalieri, le spese sul mangiare e mangiando nella mia dieta colazione latte caffè e biscotti, primo riso o pasta, secondo pesce, o pollo, o carne di maiale a pezzi, verdure, frutta esotica a volontà insomma un mangiare il più possibile ai miei gusti sovralimentati italiani. Percui con 280 euro al mese abbiamo coperto le spese alimentari di tre persone; e se si accetta e si gusta la cucina filippina si può spendere molto meno (la mia famiglia si alimenta metà europea e metà filippina).
      Se poi si è propensi, invece che al supermercato, fare la propria spesa al mercato locale, (seccatura: c’è una montagna di gente) si risparmierà ulteriormente. Il risparmio è notevole ma si deve fare la spesa con la donna filippina e no l’uomo straniero solo altrimenti rischi certamente di pagare di più i prodotti.
      Con ulteriori 100 euro al mese si coprono le spese considerate extra: i costi scuola per bimba, vestiti, trasporti (io non ho la macchina, non serve). Costi per vestiti veramente bassi e rari inquanto il clima ti permette di vestirti tutto l’anno con un pantaloncino, una maglietta e un paio di sandali vestiti semplici ma eleganti.
      Altri costi che affronto mensilmente: la casa in muratura (due camere, salone con angolo cucina, bagno, giardino recintato) con elettricità, gas per cucinare, acqua, diciamo un totale di 270 euro mese.
      Percui mediamente con 650 euro al mese, copro i costi di vita essenziale e dignitosa, vivo con mia moglie e la bambina.
      Io ho una pensione di 600 euro e un’entrata per una pensione integrativa di 250 euro al mese. Mi restano 200 euro. Ne metto assolutamente da parte 50 al mese per emergenze e con gli altri 50 e la 13 mensilità mi programmo il viaggio in Italia, 15 giorni per visitare i miei fratelli.
      Per i divertimenti e per andare al mare (15 minuti di mezzo di trasporto) mi restano 100 euro al mese cioè 5200 pesos e non sono pochi, bisogna tener presente che un operaio specializzato filippino guadagna sui 10.000 – 12.000 pesos al mese. Al mare mi affitto una piccola villetta in muratura sulla spiaggia di una unica camera grande, bagno e terrazza coperta (il costo 20 euro) e ci passo il pomeriggio del sabato, la notte e la domenica. Alternativa affitto per una giornata 12 ore una palafitta coperta da un tetto, con panchine e un tavolo; messa in riva al mare costo 8 euro e li dopo il bagno mi gusto un bel pezzo di porcellino allo spiedo e una montagna di frutta comprati con pochi soldi.
      Sono contento della mia scelta è stata positiva; sono felice vivo senza farmi mancare niente; certo no da benestante ma sto molto bene. Con 850 euro cosa farei per la casa e come vivrei in Italia non dico in tre persone ma neanche da solo. In Italia spendevo 650 euro al mese per un bilocale poi elettricità, riscaldamento ecc… ecc… che mal di testa !! sempre a cercare soldi in prestito per sopravvivere come un morto di fame !!!!! E si! Se avessi un due trecento euro in più di pensione sarebbe un’altra cosa ma chi si accontenta gode vero!! E credetemi qua io godo della mia vita e molto serenamente affronto il quotidiano senza il problema di pesare il contenuto del portafoglio e in pace con me stesso mi godo la mia nuova famiglia.
      Vi saluto Enzo

      • luigi scrive:

        Enzo buongiorno, potrei sapere il nome della città dove vivi? L’aereoporto più vicino? Quante ore per il viaggio e circa i costi a persona? La tassazione come è?
        Avrei tante altre domande da farti, potresti comunicarmi un tuo indirizzo mail?
        Grazie di tutto
        Luigi

        • Enzo scrive:

          Ciao Luigi
          vivo vicino a Cagayan de Oro dove c’è un aeroporto.
          Andata e ritorno il costo dipende dal periodo e dalla compagnia ma dicono che un 700 euro bastano per persona.
          Il viaggio è lungo ma per quello che scoprirai e per la tua nuova vita ne vale veramente la pena.
          Il mio indirizzo vinges@fastwebnet.it scrivimi ti darò tutte le informazioni di cui hai bisogno.
          Ciao

  4. Bassi Silvana scrive:

    Sono in pensione con una misera cifra di 900,00 euro al mese nette.
    In italia devo stare attenta a non spendere più di 5 euro al giorno per poter sopravivere, però ho letto che esistono paesi che con questa mia pensione, potrei vivere degnamente. Non desidero strafare, ma vivere tranquilla dopo una vita passata di lavoro, voglio essere spensierata, poter pagare con tranquillità tutte le mie spese senza avere l’incubo di dire “ce la farò???” e potermi tenere qualche soldino per comprarmi qualcosa che mi possa interessare, che in questo momento non me lo posso permettere.

    Desidero avere delle informazioni serie desidero prendere in affitto una casa con due camere da letto e poter vedere il mare da una di esse oppure dal balcone..
    Quanto può costare?,
    La vita è molto cara?, la mia pensione verrebbe aumentata non avendo più le tasse da pagare????
    La residenza la si può ottenere dopo 6 mesi + un giorno anche non continuativi…..
    A chi mi posso rivolgere per avere sostegno in questa mia scelta???
    Ringrazio in anticipo e porgo distinti saluti.

    • Federico Latitudeslife scrive:

      Cara Silvana, nell’articolo erano messe in luce molte opzioni praticabili. Devi scegliere prima di tutto la destinazione che ti piacerebbe e seguire uno dei link dell’articolo, o chiedere informazioni al consolato / ambasciata del Paese dove intendi recarti per conoscerne le condizioni.
      Buona fortuna! fk

    • Vincenzo per Silvana scrive:

      Perchè no in Filippine??
      la casa proprio sul mare magari no perchè costerebbe parecchio ma con 900 euro puoi vivere bene e senza problemi diciamo che avresti un reddito come se tu avessi 2500 euro in italia di pensione.
      scrivimi ti do tutte le informazioni che cerchi.
      vinges@fastwebnet.it

    • fabio scrive:

      Sig silvana sono nelle sue stesse condizioni ma penso di aver trovato il Paese che offre la miglior rapporto e equilibruo costi qualità della vita oltre che SANITA’ SICUREZZA SERVIZI… e costi…ma oltre i consigli la verita’ e che bisogna andare a vedere il posto e quest’ estate ci andro’ le lascio la mia i mail cosi ne potremo parlare se vorra’ … juri.fabio@yahoo.it arrivederci Fabio

  5. carmine scrive:

    chi sa dirmi come si vive a Capo verde da pensionato

  6. Ivano scrive:

    Buona Sera a Tutti : Siamo una copia di fatto da 17anni; la situazione economica ci ha risucchiato per dare ai figli bisognosi: Guai se non ci fossimo Noi. Facciamo i conti e la pensione arriva per entrambi tra due anni con l’infelice prospettiva che sarà risicata per darci un continuo di vita serena in Italia.
    Dobbiamo diminuire le spese per viverla con letizia, così l’idea di trasferirci in un paese meno caro, che possa darci una sicurezza per quanto riguarda la sanità ed i servizi. Non so se chiediamo troppo!!! Il coraggio c’è e la grinta anche! Con la consapevolezza che ci si dovrà adattare alla vita d’un altro paese, come pensiero,lingua,abitudini Vi chiediamo un consiglio sulla possibile meta???. La nostra intenzione è di recarci in ferie nell’anno corrente o nel prossimo per visitare e farci un’idea precisa… Vi ringrazio

  7. CARMINE scrive:

    Volendo andare a vivere in albania che problematche potrebbero esserci per un pensionato come me ?
    comprare una casa i prezzi come sono ?

    • Federico Latitudeslife scrive:

      Caro Carmine, non sono al corrente del mercato immobiliare in Albania. Posso dire che la gente è accogliente, il clima e il cibo sono buoni e il mare è splendido. Dovresti fare un minimo di ricerca su web per trovare quello che cerchi.

  8. CARMINE scrive:

    Ciao mi spieghi un pò meglio i 4 numeri cosa vogliono dire in moto più semplice, magari con un esempio
    Tipo Roma Che numeri ha ? i valori dell’ albania come si leggono

    • Federico Latitudeslife scrive:

      Caro Carmine, meglio di così non saprei spiegare i 4 numeri! Leggi nel testo: “NOTA: Per ogni Paese, tra parentesi 4 numeri:” mi pare molto chiaro.

  9. mauro scrive:

    io ci sto ma vorrei sapere alcune cose possiamo parlare se tu hai yahoo messenger facciamo una videochat se no ho anche skype mauro.santi4 è il mio id skype, io dovrei andare per la prima volta a gennaio o a febbraio possiamo fare il viaggio insieme se tu sei daccordo. Ne parliamo. Ciao

    • Federico Latitudeslife scrive:

      Questo spazio è a disposizione di tutti i lettori. Consiglio tuttavia di proseguire in privato notizie di servizio e conversazioni tra singoli e raccomando di fare attenzione quando si forniscono i propri recapiti per non essere poi disturbati da terzi (fk)

  10. giulio scrive:

    Ciao a tutti ho una grande voglia di fuggire dall’italia troppe tasse e troppi tagli alla sanita e troppo di tutto come negativita’ è vero vi sono panorami magnifici monti e mari stupendi ma tutto costo altissimo…
    avrei deciso di andare a vivere in tunisia dove mi sembrai capire che la sanita funziona ed è concordata con quella italiana,se si sta in tunisia x 6 mesi e ci si fa accreditare la pensione di si hanno dei miglioramenti economici ma leggendo qui vedo che ci si potrebbe sabilire anche nelle filippine…..Chiarisco il mio stato: ho 67 anni, sono pensionato. La mia pensione e di circa 1.650 euro mensili. Salute discreta. Chi può darmi ulteriori informazione e in particolar modo per spostarmi quanto dovrei preventivare x fittare una casetta x un tre mesi e vivere per poi tornare e chiudere tutte le pendenze in Italia?. Grazie a tutti e spero di avere risposta.

    • mauro scrive:

      caro Giulio io ho la stessa tua idea di trasferirmi nelle filippine sono in pensione anch’io e non ho legami eccetto due figli che però hanno la loro vita. Se vuoi ne parliamo. puoi mandarmi il tuo numero di telefono e ne parliamo perchè io vado via per gennaio per un primo sopralluogo. possiamo parlarne con calma semmai ci possiamo vedere e ne parliamo più dettagliatamente. MAURO

    • vincenzo scrive:

      ciao Giulio
      vuoi informazioni sulle Filippine? Scrivimi vinges@fastwebnet.it ti dirò quello che vuoi sapere.
      Una cosa è certa che con la pensione che prendi in Filippine la tua vita cambia e molto in meglio.
      Sto cercando persone che vogliono venire con me in Filippine e fare una piccola comunità italiana.
      ciao Enzo

  11. vincenzo per Valentino scrive:

    Ciao Valentino lieto di sentirti. Certo con il tuo futuro reddito non hai molte alternative che vivere stretto stretto e stringere la cinghia continuamente. Per non aspettare, in povertà e strettezze, il giorno comune a tutti in cui la Madonna ci chiama…. Per vivere i futuri anni tranquilli e senza problemi di soldi con un benessere solido la scelta con 800 – 1000 euro è andare all’estero in un paese che dia una certa tranquillità. Io l’ho fatto in Filippine e come ho già detto mi sono anche sposato con una giovane donna. Dai Valentino scrivimi la mia mail vinges@fastwebnet.it scrivimi con fiducia ti darò tutte le informazioni dettagliate che ti faranno valutare. CHIUNQUE VOGLIA AVERE NOTIZIE SULLU FILIPPINE PER VALUTARE UN TRASFERIMENTO MI CONTATTI NON CHIEDO SOLDI VOGLIO TROVARE E FORMARE UN GRUPPO DI ITALIANI CHE VENGA CON ME IN FILIPPINE

    • marco scrive:

      Ma queste giovani donne x quale motivo sposano dei vecchi pensionati??
      e’ x caso una forma di prostituzione??
      Vincenzo..sicuro che non chiedi soldi?
      ho imparato a dubitare dei buon samaritani!!!!

      • Vincenzo per Marco scrive:

        Marco hai scritto 4 righe 4 stupidaggini. Tempo fa sono partito da solo per le Filippine senza aiuto e senza nessun appoggio; se avessi avuto un Vincenzo che mi aiutava avrei avuto la soluzione a montagne di problemi che ho dovuto affrontare e faticosamente risolvere.
        Io non sono un samaritano ma sono una gentile persona disponibile ad aiutare persone non come te ma intelligenti con un minimo di possibilità economiche che vogliono mettersi in gioco in Filippine e che valutano positivamente la soluzione di non farlo da soli ma in comunità con italiani.
        In quanto alla questione prostitute io ho sposato una dolce brava giovane donna e tu Marco sei un cafone.

        • Federico Latitudeslife scrive:

          Cari Vincenzo e Marco, questo è uno spazio che Latitudes riserva ai lettori per commenti agli articoli pubblicati, richiesta di informazioni di interesse generale, testimonianze, esperienze, eccetera. Per le vostre discussioni private sono disponibili molti altri sistemi di messaggistica e la email. Comunico che non saranno più pubblicati messaggi di carattere privato, a maggior ragione se contengono insulti. FK

          • Vincenzo per Federico scrive:

            Chiedo scusa se ho commentato forse energicamente le 4 righe del sig. Marco, non mia intenzione di essere poco gradevole in tale commento. Io uso Latitudes per commenti agli articoli pubblicati, richiesta di informazioni di interesse generale per le Filippine in specifico, testimonianze, esperienze, eccetera. Non offendo nessuno e non sono disponibile ad essere offeso da una persona che non conosco neanche, in ogni caso da questo momento non farò più commenti ad eventuali testi del sig. Marco. Ringrazio per lo spazio che mi viene concesso impegnandomi come ho sempre fatto ad essere corretto nelle mie esposizioni.

  12. Oscar scrive:

    Ciao, sono Oscar da Treviso.
    Inanzitutto grazie x le risposte e informazioni che mi dai.
    Ma tu sei in Tunisia? Ti chiedo questo perchè vedo che ne sai abbastanza, ma vorrei anche farti presente cosa leggo sul sito:
    http://www.tripadvisor.it/ShowTopic-g1-i12393-k3981886-o50-Vivere_in_Tunisia_da_pensionato-Trasferirsi_all_estero.html

    RISPOSTE LETTE SUL SITO sopra descritto e precisamente da:

    1)° Ma con quella pensione perchè non te ne vai alle Barbados o Taiti ? Se però ti piace vivere nella merda, con gente inaffidabile allora, la Tunisia, fa al caso tuo.

    2)° Poi, io in Tunisia ci sono stato, sia pure per poco tempo ma, mi è bastato per decidere di non tornarci più nemmeno da turista: disordine e sporcizia dappertutto; gente assolutamente inaffidabile; abitudini che, per noi occidentali, sono indigeribili; una caldo bestia con un alto tasso di umidità -per me insopportabile- a meno che non vuoi stabilirti nelle zone desertiche dove c’è caldo secco. Insomma, come è facile capire: UNA SCHIFEZZA !!!

    Se dopo questa descrizione succinta ma veritiera hai ancora voglia di andarci……in bocca al lupo.

    Comunque ti ringrazio molto delle informazioni che mi dai.

    3)° Quello che i piu’ non sanno e che ci sono diverse note negative a fronte dei lati positivi

    PRIMO:LA< SANITA FA SCHIFO se stai male non puoi piu usufruire della cassa malattia italiana e le spese mediche te le devi pagare se fai la richiesta di residenza in Tunisia.

    ——————————————————————————————————————————————————————————————————-

    Ma allora io mi chiedo:

    Come potrei essere sicuro di fare una vita felice da pensionato (ottobre 2012) con circa mille euro al mese?

    Bisogna che con quei soldi riesca pagare un affitto di un mini appartamento, una donna x le pulizie, mangiare e bere + un vizietto "FUMO" 1 pachetto al giorno. Avrei intenzione di portarmi il mio Scooter Yamaha 400 (anno immatricolazione giugno 2011) ho già percorso 15.000 Km. Quanto costa li la benzina?

    Pensavo di venire anche 2 o 3 volte in Italia x 8/15 giorni all'anno, per trovarmi con mia moglie (che non vuole venire per non perdere l'affetto delle 3 nostre nipotine di:

    5-4-3 anni.

    Ma io ho una voglia matta di stabilirmi la x sempre, anche perchè in 2 orette sei già in Italia.

    Grazie mille x le informazioni che mi dai.

    Grazie Oscar

  13. Vincenzo scrive:

    Bella l’Italia e io italiano vorrei morire e dormire nella mia terra.
    Ma impossibile vivere con 600 euro di assegno di invalidità avuto all’età di 55 anni.
    Con i miei pochi risparmi vado nel 2008 in Filippine invitato da un amico filippino sono andato li per un mese e mi sono accorto che in italia facevo la fame nera e in filippine ero un benestante con un reddito di 33000 pesos equivalente a 600 euro. Sono rimasto li per due anni in una bella casa affittata a 80 euro mese, mi sono sposato con una filippina di 25 anni con una bambina di due, ho vissuto per due anni una nuova vita una vera vita a contatto con gente brava e con una natura splendida e da “signore” altro che italia, UNICO PROBLEMA MI MANCA LA CULTURA E LA COMPAGNIA DI ITALIANI.
    Sono tornato in italia con mia moglie da un anno per cercare ciò.
    VUOI VENIRE CON ME IN FILIPPINE PER VIVERE UNA VITA TRANQUILLA SIA MENTALMENTE E SIA FINANZIARIAMENTE!! VIVERLA IN UNA COMUNITà DI ITALIANI COME ME E COME TE!!
    E PERCHE NO!! MAGARI TROVARE UNA COMPAGNA GIOVANE CON CUI VIVERE FELICE??? BASTA UNA PENSIONE DA 800 a 1000 Euro e anche se non hai risparmi cambi la tua vita, VUOI SCRIVIMI NE PARLIAMO
    vinges@fastwebnet.it

    • Valentino scrive:

      Ciao Vincenzo, a breve sarò anche io un VIP ( Vecchio In Pensione) con 800/1000 Miseri Euri V a da se che in Italia avrei due alternative: suicidio o rapine, ma siccome non sono scemo e tantomeno delinquente, la terza opzione me l’hai suggerita tu: FILIPPINE . Se tu fossi così gentile da dedicarmi un po’ di tempo, avrei bisogno di capire alcune cose: costo della vita ( appena decorosa ) affitti, alimentari, utenze gas corrente, insomma quello che necessita per vivere senza cose superflue. Dovrei capire anche cosa serve come permessi soggiorno / requisiti finanziari, accredito pensione, tassazione ecc. . . Di me posso dirti che ho 63 anni, mi piace ridere, scherzare e fare casino, cervello sempre molto all’erta e concentrato e nel contempo molto aperto. Se puoi darmi qualche indicazione, te ne sarò molto grato. In bocca al lupo ,VALE

    • rossella scrive:

      Ma vi manca tanto la cultura italiana, come pensate di poter vivere in quel Paese e di sposare donne filippine? Come mai la vostra donna, la loro famiglia e i loro amici non sono alla vostra altezza? Non è carino nei loro confronti. Certo cercate giovani donne, donne oggetto…

      • Federica Latitudeslife scrive:

        Cara Rossella,
        nell’articolo non si parla di sposare donne straniere, ma di vivere dignitosamente con una pensione che in Italia non permetterebbe una sussitenza.
        A presto.

      • Federico Latitudeslife scrive:

        Cara Rossella, rispondo anche io come autore. Il pezzo non fa riferimento alcuno a matrimoni, donne giovani od oggetto. Ogni critica è ben accetta se si riferisce a quello che c’è scritto e non a quello che si pensa. Altrimenti è un giudizio interessante ma fuori tema. Si parte da un dato di fatto: con 1000 euro al mese in Italia si vive con difficoltà. E si tenta una risposta: dove si può vivere meglio? stop. Il resto è una sua libera interpretazione, ma solo sua. Cordiali saluti. (fk)

  14. Marco scrive:

    Il centro America è sicuramente una zona adatta a noi italiani e non solo: si trovano moltissimi americani che hanno deciso di vendere ciò che possiedono negli states e comprarsi una casa più grande ed avere un stile di vita che in america si sarebbero sognati.

    Non è un’utopia, anzi: sono in molti a farlo e nemmeno solo pensionati.

  15. MARIANGELA scrive:

    mi ritrovo d’accordo con Basilio, leggere questa pagina mi ha ricordato una vita risucchiata dagli orari di lavoro impegni familiari etc. e ti ritrovi con la sensazione di non aver vissuto come avresti voluto e leggere questo vs. articolo mi viene voglia di considerarlo molto attentamente.Mi associo ai complimenti di Basilio, grazie !!!

  16. anna scrive:

    non e’ necessario fuggere dai problemi. l’ITALIA E’ BELLISSIMA…basta accontentarsi……non bisogna strafare, bastiamo a noi stessi …se si e’ lavorato un avita intera non bisogna rincorrere l’impossibile….NOI abbiamo il MARE,
    i MONTI, I LAGHI, ……………paesaggi mozzafiato….e andiamo altrove…che strano …abbiamo l’oro in casa e andiamo a prenderci le miserie degli altri.

    • Federico Latitudeslife scrive:

      Cara Anna, rispetto la tua idea, ma anche tu devi rispettare quella altrui. Vedi , nessuno ha mai detto che l’Italia non sia uno dei Paesi più belli del mondo (uno, non il), anche se al concetto di bellezza ognuno annette un significato diverso. Sono belli i paesaggi, quando non sono punteggiati da discariche, le opere d’arte, quando non crollano come a Pompei o diventano dei suk come il Colosseo, bello il mare, quando non è inquinato dagli scarichi senza depuratori, Belle le città, quando la gente non vuota i portacenere per strada, parcheggia in doppia fila o sugli scivoli degli handicappati. Il Bello non è un concetto assoluto e statico, va declinato e vissuto. Nessuno vuole spingere i nostri pensionati a espatriare. Il senso dell’articolo è : “Come puoi vivere meglio con la tua pensione e dove”. Tu vuoi vivere in Italia? bene hai la fortuna di esserci nata. Ma sono sicuro che tu comprenderai chi, pur amando il nostro Paese, preferisce vivere in un altro, magari bello in un altro modo, ma dove la sua sudata e spesso povera pensione gli consente una certa agiatezza, impossibile in Italia.

    • fabio scrive:

      Ma per favore ma dove vivi….vai a vedere i camper accoglienza dove tanti pensionati ritirano il sacchettino con un po’ di pane e frutta,,,,Mare… monti …laghi…..mica li mangi………………………,,SVEGLIAAAAAAAAAAAAAA…!!!!|

      • Federico Latitudeslife scrive:

        Caro Fabio, tutti i commenti sono ben accetti, ma non mi piace il tono irridente e un po’ offensivo del tuo sopra. Mi scuso con Anna, nonostante io dissenta dalle sue idee, e ti invito a non polemizzare con le opinioni degli altri lettori ma a esprimere con educazione la tua. Saranno gli altri lettori a decidere al parere di chi sentirsi più vicino. Grazie. (fk)

  17. anna scrive:

    io non andrei da nessun altra parte del mondo.
    voglio vivere in ITALIA la mia Patria che vi piaccia o no.

    ci sono tanti angoli in ITALIA anonimi……ormai deserti ….che nessuno abita piu’ ……in SICILIA, CALABRIA; CAMPANIA……basta solo avere un po’ di coroggio e andare a vivere li come hanno fatto i nostri nonni e bisnonni.

  18. Basilio LO CASCIO scrive:

    Aver letto quest’articolo ,mi sembra un sogno ! Essere nauseato di tutto ciò che Ti circonda,anche purtroppo per gli errori fatti nel corso della vita,porta a ciò! Non volendo considerare più nulla e nessuno,colpa di una vita spesa sempre per gli altri e mai in realtà per se stesso!Sono certo che vaglierò attentamente ciò che ho letto nelle Vs. pagine e spero quanto prima ,finalmente di vedere realizzato il sogno di una vita di non dover dipendere da niente e nessuno. Complimenti per il suggerimento datomi !!!

  19. Federico Latitudeslife scrive:

    Perfetto. Argomento chiuso. Ripeto la raccomandazione di sviluppare in privato gli argomenti che non sono di intresse generale e i dibattiti a due. Grazie. FK

Lascia un commento

* Il campo è richiesto

*