Hemingway Days: il festival per celebrare un mito della letteratura

Dipinto della casa museo di Hemingway

Ogni anno a Key West, nelle Florida Keys, viene celebrato il grande romanziere americano Ernest Hemingway. Il Festival è giunto alla trentunesima edizione e si svolgerà dal 19 al 24 luglio 2011.

Durante gli anni ’30 lo scrittore ha considerato Key West come casa sua e con la moglie abitava in una bellissima dimora che è poi diventata un museo a lui dedicato.

Ernest Hamingway, negli anni trascorsi in Florida, amava dedicarsi alla scrittura nelle prime ore del mattino e poi gli piaceva socializzare con gli abitanti della zona facendosi raccontare le loro storie. Alcuni incontri gli furono d’ispirazione per la stesura del romanzo ‘Avere o non avere’ ambientato proprio a Key West negli anni della Grande Depressione.

L’architettura delle abitazioni dell’isola è tanto singolare quanto pittoresca. Le case, infatti sono costruite per la maggior parte in legno ricavato da navi naufragate nella zona.

Key West è rinomata per la vivace vita notturna che inizia al tramonto nella Mallory Square per poi continuare nel numerosi bar e locali del centro.

Gli Hemingway Days sono l’occasione per celebrare il suo talento e l’eccentrica vita che conduceva. L’evento prevede il concorso per trovare il sosia dello scrittore che si svolge presso il noto locale Sloppy Joe’s e che attira ogni anno molti partecipanti.

Un altro concorso riguarda tre giorni di pesca d’altura del marlin, che Hemingway amava in particolar modo. Infine, letture, una mostra di rari oggetti che gli sono appartenuti ed un premio in denaro offerto dalla nipote alle migliori novelle presentate al Lorian Hemingway Short Story Competition.

Per ulteriori informazioni sul programma visitare il sito web delle Florida Keys.

Testo di Federica Giuliani

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.