Le chiese italiane di Vilnius

Nella capitale della Lituania Vilnius già dichiarata Patrimonio UNESCO esiste un forte legame con l’architettura italiana. I legami tra i due Paesi risalgono al XVI Secolo, quando Bona Sforza della Casa degli Sforza, la famiglia che dal 1447governava il Ducato di Milano, divenne Gran Duchessa di Lituania e Regina di Polonia. Assumendo il trono con lo sposare Sigismund il Vecchio nel 1518, Bona Sforza si trasferì a Vilnius e divenne una figura essenziale nella vita culturale della città e del Paese. Abbiamo fatto una selezione delle chiese che più rappresentano lo stile italiano nella città baltica. Info govilnius.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.