Ponte Immacolata. 6 idee per un break d’inverno

Dove trascorrere il primo ponte “freddo”

ponte-immacolataIl ponte dell’Immacolata quest’anno cade di giovedì e il long weekend è un desiderio che si avvera. Quale momento migliore per cominciare ad immergersi nelle atmosfere magiche del Natale o semplicemente per fare un break dallo stress e dal caos quotidiano? Ecco qui di seguito le nostre proposte.

Lione, Francia

Giochi di luci e di ombre che si riflettono nell’acqua dei fiumi, chiaroscuri che sottolineano la già evidente bellezza dei palazzi e dei monumenti: Lione brilla di luce propria nei giorni attorno all’8 dicembre. Dal 1852, al calar del giorno, la città si illumina per festeggiare l’Immacolata Concezione. I cittadini sono soliti a decorare le finestre delle case con vetrate variopinte e candele colorate e l’effetto è “wow”. Anche oggi lo spettacolo rimane immutato: allo scoccare delle 19.00, dall’8 all’11 dicembre, ogni angolo della città si accende di colore e Lione si trasforma in un vero e proprio teatro a cielo aperto.

Bucarest, Romania

Forse Bucarest non è tra le prime destinazioni che saltano alla mente quando si pensa al ponte dell’Immacolata. Forse non tutti sanno che la capitale della Romania è energica, creativa e alternativa e ha ancora tanto da raccontare. In più, l’8 dicembre l’atmosfera natalizia è già nell’aria e contribuisce a rendere ancor più caratteristico ogni angolo della città, dal quartiere Lipscani al Palazzo del Parlamento.

bucarestAmsterdam, Olanda

Farà freddo, questo è sicuro. Basta però armarsi di piumino, cappello e sciarpa pesanti per ammirare il fascino della città dai mille canali. E se proprio non si regge il gelo, qui i musei dove rifugiarsi non mancano di certo, dal Rijksmuseum al museo di Van Gogh. Dalla fine di novembre fino a metà gennaio 2017 è poi il periodo dell’Amesterdam Light Festival, durante il quale i canali della capitale olandese vengono addobbati dai migliori artisti locali e internazionali. Se ne avete l’occasione, salite su una barca illuminata e scivolate sull’acqua con gli occhi al cielo verso gli edifici: uno spettacolo impagabile.

amsterdamBudapest, Ungheria

La naturale bellezza di Buda, unita alla vivacità di Pest, da vita ad un connubio perfetto. Ma perché scegliere proprio Budapest come meta vacanza durante l’inverno? Una delle risposte più azzeccate sta nei 38 gradi delle acque sulfuree delle oltre 30 stazioni termali della città. Se soffrite il freddo basta rifugiarsi li. Se invece andate matti per gli addobbi natalizi il consiglio è quello di fare un salto al mercatino di Natale in piazza Vörösmarty. Artigianato puro.

budapestAtene, Grecia

Non sempre Dicembre è sinonimo di freddo polare. O meglio, non ovunque. In Grecia ad esempio il vero freddo non sanno neanche cosa sia. Anche durante l’invero, Atene è la meta perfetta per un’immersione nella storia e nella cultura, senza il rischio imprevisto di incontrare la neve. Museo dell’Acropoli, la via Ermou e il pittoresco quartiere Kastella saranno l’argomento del vostro cenone di Natale coi parenti.

[alert color=”EF9011″ icon=”9998″]LEGGI ANCHE: Atene. A spasso per la città immortale[/alert]

atene
© Alessandro Vitali

Copenhagen, Danimarca

In dicembre la già fiabesca Copenhagen si trasforma in un luogo magico. Il Natale è uno dei periodi più attesi dell’anno da tutti i cittadini danesi e per l’occasione la città intera viene addobbata a festa. La capitale si prepara al Natale già dal mese di novembre coi mercatini del Parco Tivoli, il più antico parco divertimenti del mondo, dove ci si tiene impegnati a pattinare sul ghiaccio, girare tra le bancarelle e ascoltando musica. E un saluto alla sirenetta non volete farlo?

copenhagendi Ilaria De Pasqua |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.