Lumina Milia, avventura notturna nel bosco

Lumina Milia è il primo percorso naturalistico notturno d’Italia. Un Parco dove vivere un’esperienza indimenticabile che consente di scoprire il bosco quando il buio domina su tutto. Ad illuminare il cammino migliaia di luci colorate che rendono ancora più suggestiva l’atmosfera.

lumina_milia_bosco-illuminato
Una suggestiva immagine del bosco illuminato di notte

Chi ama la natura e vuole vivere un’esperienza unica in grado di ritemprare corpo e mente oggi ha una grande possibilità: visitare Lumina Milia.

Si tratta di un’area naturale vasta 5 ettari, situata nelle immediate vicinanze dell’abitato di Ampezzo (Ud), adibita a giardino botanico esperienziale all’interno della quale convivono differenti ecosistemi.

Lumina Milia si distingue per la presenza di un sentiero naturalistico percorribile in notturna. Un cammino, primo in Italia nel suo genere, che propone al visitatore l’osservazione del bosco di notte.

Un’esperienza sensoriale che non solo risulterà essere estremamente coinvolgente in quanto permette di risvegliare la capacità di sentire ed osservare ma anche decisamente istruttiva.

Scopo del progetto

Il progetto si propone di favorire la conoscenza dell’ambiente mediante un percorso naturalistico-didattico che si sviluppa per circa 1,5 chilometri. Per di più non deve essere trascurato i benefici che dalla passeggiata può trarne il nostro organismo.

Una semplice passeggiata nella natura può portare ad un abbassamento dei livelli di cortisolo, una riduzione della frequenza cardiaca e una diminuzione della pressione sanguigna.

L’incanto della notte

Appena cala l’oscurità, il bosco cambia aspetto. Tutto sembra trasformarsi grazie all’assenza di luce che dà spazio all’immaginazione. I tronchi assumono forme grottesche, le fronde dei rami si trasformano in esseri misteriosi mentre il vento sembra divenire la voce di creature sconosciute.

A parte le suggestioni, il bosco notturno diviene per davvero un luogo diverso da quello che conosciamo quando è rischiarato dalla luce del sole. Tra le numerose le varietà di piante  che si incontrano durante il cammino ve ne sono alcune delle particolarmente amanti dell’oscurità come la Mirabilis jalapa, i cui fiori si schiudono solamente all’imbrunire.

Gli animali

cervo-bosco-notte
Un cervo nel bosco di notte ©Shutterstock

E poi gli animali, appartenenti alle specie più disparate: mammiferi, rettili, uccelli ed insetti accomunati tutti da una innata predilezione per la notte. Alcuni di questi hanno sviluppato una particolare dote per la caccia nelle ore di buio.

Il pipistrello, forse l’animale notturno più conosciuto al mondo, è l’unico mammifero in grado di volare: sfrutta la flebile luce delle stelle per andare a caccia di insetti.

Eppure altrettanto interessanti sono l’allocco, il barbagianni ed il gufo che hanno caratteristiche anatomiche ideali per la vita notturna: bulbi oculari tubolari e piume che consentono di volare senza far troppo rumore.

Amano il crepuscolo anche cervi, volpi e caprioli così come il riccio, le rane ed i rospi.

Le luci che illuminano il percorso

lumina_milia_parco-notte
Le luci del parco Lumina Milia illuminano gli alberi di notte

Loro vedono bene nelle notte. E l’uomo? Beh, in questo Parco anche noi potremmo tranquillamente camminare. Delle luci, ben 15.000 mini-led e 180 fari di differente potenza e colorazione, sistemate lungo i quasi 1500 metri del sentiero permettono non solo di vedere ma esaltano quell’atmosfera surreale che circonda l’area.

Per arrivare al traguardo si dovrà affrontare una pendenza di 100 metri e superare 150 scaloni. Si cammina senza alcuna fatica immergendosi in diversi  ecosistemi: la faggeta, il bosco misto, il torrente, il bosco ripariale ed il prato. Lungo il percorso sono posizionate 11 tabelle informative con approfondimenti multimediali attivabili mediante QrCode.

Un’avventura che si può fare in solitaria ma anche in gruppo. Dalle 6 persone in su, è possibile usufruire del servizio guida. Ovviamente per vistare il Parco ci sono regole da rispettare e consigli da non trascurare.

Informazioni utili:

L’accesso al Parco è contingentato ad un numero limitato di persone. Per avventurarsi nella natura è necessario essere dotati di scarpe con suola antiscivolo ed abbigliamento adeguato.

Una felpa, un paio di guanti e un indumento impermeabile sono accessori che potrebbero rivelarsi utili.

Negli ambienti naturali possono esserci animali potenzialmente pericolosi ed insetti che possono creare problemi a soggetti allergici. I sentieri,  per la loro conformazione e la presenza di dislivelli, non sono adatti a persone con  mobilità ridotta e a bambini di età inferiore ai 7 anni ma sono perfetti per una tranquilla gita di famiglia, tra amici e per una romantica uscita di coppia.

Ulteriori informazioni si possono consultare visitando il sito del Giardino botanico esperienziale Lumina Milia.

Testo di Gabriele Laganà|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.