Roma 5 mostre imperdibili a novembre.

Roma, città d’arte e di cultura per eccellenza, ogni mese regala mostre imperdibili con i più grandi nomi del panorama artistico nazionale e internazionale, di ieri e di oggi. Anche per questo Novembre 2021, la città propone almeno cinque mostre molto interessanti che abbiamo raccolto nel seguente promemoria per non rischiare di perdere neanche uno dei grandi appuntamenti d’arte della capitale.

“Klimt. La Secessione e l’Italia” a Palazzo Braschi

Gustav Klimt Giuditta, 1901, Olio su tela, 84×42 cm, Belvedere, Vienna, © Belvedere, Vienna Ph:Johannes Stoll

Klimt torna a Roma con la mostra a Palazzo Braschi, allestita fino al 27 marzo 2022. Il progetto espositivo è imponente e ripercorre in 200 opere (di cui 49 di Klimt) tutta la carriera del pittore.

L’oro e l’uso innovativo del colore, i paesaggi idealizzati nelle forme e nel cromatismo e poi le regine incontrastate della sua ispirazione, le donne, ammalianti e seducenti protagoniste di alcuni capolavori assoluti della storia dell’arte.

Si tratta di un’immersione nell’eredità artistica di uno dei pittori più noti e amati al mondo che segna anche il ritorno dell’artista austriaco nel nostro Paese dove nel 1911 fu premiato all’Esposizione Internazionale d’Arte.

Il progetto espositivo è imponente e si pone il duplice obiettivo di sottolinearne il suo ruolo di cofondatore della Secessione viennese ma anche di indagare la stretta relazione che egli ebbe con l’Italia.

Infoutili mostra Klimt

Quando: Dal 27 ottobre 2021 al 27 marzo 2022

Dove: Museo di Roma, Piazza San Pantaleo 10 

Orari: Dal Lunedì al Venerdì dalle 10.00 alle 20.00 ; Sabato e Domenica dalle 10.00 alle 22.00

Biglietti: Intero € 13

Contatti e Prenotazioni: www.museodiroma.it

“Orizzonte degli eventi” di Felice Levini

Al Museo Carlo Bilotti la mostra “Orizzonte degli eventi” di Felice Levini, allestita fino al 5 dicembre, è un percorso di 40 opere che ripercorrono le riflessioni di Levini sulla vita, l’umanità e il mondo come materia per l’arte.

La mostra offre un excursus attraverso la poetica dell’artista – dalle sculture alle carte, dai dipinti alle ceramiche – in un percorso che racconta in maniera completa ed esaustiva le declinazioni del suo universo artistico.


La riflessione dell’artista si sviluppa intorno a ciò che lui definisce progettare il caos, un’alternativa alla totale omologazione della politica, della vita e del pensiero intendendo l’arte non come strumento con la pretesa di cambiare il mondo, ma considerando la vita, l’umanità e il mondo come materia per l’arte.

L’artista tenta di sintetizzare le forme a lui più congeniali, le immagini forti, precise, poetiche e le tecniche più dirette per rappresentare al meglio  un  sogno,  un  progetto, un’esperienza. 

Infoutili Felice Levini

Quando: Dal 28 ottobre 2021 al 5 dicembre 2021

Dove: Museo Carlo Bilotti, Aranciera di Villa Borghese

Orari: Dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 16.00 ; Sabato e Domenica dalle 10.00 alle 19.00

Biglietti: Ingresso gratuito

Contatti e Prenotazioni: www.museocarlobilotti.it

“Misurare la Terra” al Parco Archeologico dell’Appia Antica

photo©PARCO ARCHEOLOGICO DELL’APPIA ANTICA

Nelle sedi del Complesso di Capo di Bove e del Mausoleo di Cecilia Metella è in programma fino al 9 gennaio 2022 “Misurare la Terra. Un’epigrafe napoleonica dai Musei Vaticani al Mausoleo di Cecilia Metella”.

La mostra è incentrata sul racconto del contesto scientifico e culturale romano di fine XVIII secolo quando ebbe inizio la redazione delle mappe geografiche di tipo scientifico.

L’esposizione cade nel bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte e sottolinea il ruolo del Mausoleo di Cecilia Metella come base geodetica utilizzata per rilevazioni cartografiche dei territori pontifici e napoleonici e per una nuova misurazione del meridiano terrestre.

La mostra nasce dalla fortunata riscoperta nei Musei Vaticani di un’epigrafe che, tra il 1810 e il 1813, fu posizionata sul sepolcro: sfuggita alla distruzione dei simboli dell’impero, rappresenta una delle poche testimonianze materiali dell’occupazione francese e restituisce al Mausoleo la sua valenza di luogo della scienza cartografica.

Infoutili Misurare la Terra

Quando: Dal 1° novembre 2021 al 2 gennaio 2022

Dove: Mausoleo di Cecilia Metella, via Appia Antica 161

Orari: Dal Martedì alla Domenica dalle 9.00 alle 16.30

Biglietti: Intero € 10

Contatti e Prenotazioni: www.parcoarcheologicoappiaantica.it

“White. Progetto di Barbara Duran”

©barbaraduran.net

Si chiude il 21 novembre la mostra “White. Progetto di Barbara Duran” ospitata nella Sala Nagasawa dell’Ex Cartiera Latina.

Attraverso 180 opere circa di cui 122 inedite – oli su tela e su tavola, pigmenti e tecniche miste su carta di riso, acquarelli su carta – il percorso documenta il lavoro dell’artista tra 2016 e il 2021 dedicato alla circolarità del tempo tra passato e presente e a un’idea di sacralità laica.

La mostra segue i tre cicli di opere già presentati a Parigi nel 2016, a Torino sempre nel 2016 e al Castello di Santa Severa nel 2018. Le opere inedite sono state realizzate tra il 2018 e il 2021 e compongono il quarto ciclo “IS Land” presentato in questa occasione per la prima volta.

L’intero progetto vuole proporre un’idea pittorica ispirata a una sacralità laica, a un sentimento di dolore e allo stesso tempo di rispetto della dignità umana sopraffatta nei regimi totalitari in ogni parte del mondo.

Infoutili Barbara Duran

Quando: Dal 30 Ottobre 2021 al 21 Novembre 2021

Dove: Ex Cartiera Latina, Via Appia Antica 42

Orari: Dal martedì al Venerdì dalle 12.00 alle 18.00 ; Sabato e Domenica dalle 11.00 alle 18.00

Biglietti: Ingresso gratuito

Contatti e Prenotazioni: www.barbaraduran.net

Roma Fotografia 2021

Roma Fotografia 2021 esplora il significato di “libertà”, dopo le restrizioni della pandemia, e riformula l’idea di festival in un percorso che si snoda fino a dicembre 2021.

Una vera e propria sfida organizzata dall’associazione Roma Fotografia che, tra call internazionali, talk, videoinstallazioni, workshop e mostre, riscopre e valorizza una nuova idea di libertà.

Una sezione speciale è dedicata allo sguardo delle donne e alla loro interpretazione di un tema complesso e denso di sfumature. Ai giovani Under 35 è rivolta invece la call nazionale “Contatto” che ha come obiettivo l’individuazione di dieci talenti che svolgeranno un percorso formativo presso l’Istituto Luce a Cinecittà.

Ed è proprio grazie all’acquisizione dell’Istituto Luce dell’intero archivio fotografico di Caio Mario Garrubba (circa 40.000 diapositive e 60.000 negativi) che si potrà vedere fino al 28 novembre 2021 a Palazzo Merulana “FREElance sulla strada”: 110 immagini che raccontano frammenti di vita quotidiana “rubate” con scatti d’autore per la strada, intesa da Garrubba come il più vero e significativo luogo di ricerca.

Infoutili Roma Fotografia

Quando: dal 16 Luglio 2021 al 28 Novembre 2021

Dove: Stadio di Domiziano, Via di Tor Sanguigna 3

Orari: Dal Mercoledì alla Domenica dalle 12.00 alle 20.00

Biglietti: Intero € 10

Contatti e Prenotazioni: www.roma-fotografia.it

Testo di Angelo Laudiero |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.