Gli hotel in aeroporto più belli del mondo

©Schilphol Hotel

Una volta dormire in aeroporto veniva considerato scomodo e venivano al massimo offerte camere d’albergo poco invitanti. Oggi invece nei principali aeroporti si trovano grandi ed invitanti hotel delle migliori catene alberghiere, Independent indica quali sono i migliori nel mondo.

Hilton Schiphol Amsterdam

Esteticamente spettacolare sia all’esterno che all’interno l’hotel dell’aeroporto di Amsterdam è stato progettato da Mecanoo e presenta un soffitto in vetro alto 41 metri. Se si alloggia qui si può scegliere se godere di un’esperienza culinaria interattiva presso tre stazioni di cucina dal vivo o provare l’intrigante miscela di cucina tradizionale e cosmopolita al ristorante Bowery.

Courtyard by Marriott Bogota Airport

Elegante e minimalista già dall’ingresso, con lucenti pavimenti in marmo, il ristorante dell’hotel offre ai suoi ospiti un mix di sapori della cucina americana e colombiana.

©Courtyard by Marriott Bogota Airport

Naumi Auckland

Di recente apertura, la Naumi Auckland offre ai suoi ospiti ciambelle, mini golf e unicorni gonfiabili in piscina. Sparse per l’hotel si trovano diverse ed intriganti installazioni artistiche ed è presente una camera, la “Habitat Nest” che può ospitare quattro persone in due letti queen.

YOTELAIR London Gatwick

Nel cuore del terminal sud di Getwick, questo hotel permette ai viaggiatori di fare un’esperienza internazionale. Le cabine sono piccole e futuristiche, ideali per il riposo ed il relax, a cui possono contribuire anche i tappi per le orecchie offerti dalla reception.

©YOTELAIR London Gatwick

Hotel Verde Città del Capo

Per chi si preoccupa della sostenibilità ambientale questo è il luogo adatto, infatti questo hotel è il più verde dell’Africa e offre un soggiorno a zero emissioni, ideale per cercare di compensare l’impatto del viaggio aereo. Oltre ad essere molto bello da vedere, l’Hotel Verde di Città del Capo utilizza un suo sistema di riciclaggio delle acque grigie per risparmiare in media 6.000 litri al giorno, mentre l’acqua piovana viene raccolta nel seminterrato per alimentare il sistema di irrigazione dell’hotel. Inoltre l’attrezzatura da palestra genera anche energia.

Moxy Milano

È il primo hotel che ha per tema il millennio. Conveniente ed elegante, il Moxy fa parte della catena economica di Marriot. Arredato in stile urban trendy, fa sentire di essere arrivati nella capitale della moda stando ancora in aeroporto.

©Moxy Milano Malpensa

Radisson Blu Stansted

L’attrazione principale dell’hotel è la Wine Tower Bar, una torre refrigerata che ospita migliaia di bottiglie di vino. L’hotel dispone anche di una British Brasserie, la Station 169 per bistecche e pesce alla griglia e un centro fitness PACE. Per raggiungere il terminal basta fare una passeggiata di due minuti.

CitizenM Charles de Gaulle                                         

L’hotel, omonimo dell’aeroporto, ha un sapore globale, con libri, riviste e altri oggetti provenienti da tutto il mondo disseminati ovunque. È sicuramente uno degli hotel aeroportuali più chic d’europa con i suoi mobili progettati da Vitra, le finestre da parete a parete e la caffetteria aperta 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

©Paris Charlesde Gaulle

Westin Detroit Metropolitan Airport

Per coloro che devono soggiornare in aeroporto, ma non vogliono perdere tempo, questo hotel offre un proprio checkpoint di sicurezza privato che permette di saltare le lunghe file di sicurezza. Situato giusto all’interno del terminal dell’aeroporto permette di passare dal letto all’aereo in pochi minuti.

©Westin Detroit Metropolitan Airport

Hotel Vagar, Isole Faroe

Nel piccolo villaggio di Sorvagur, a soli 10 minuti a piedi dall’aeroporto di Vagar, questo hotel regala una vista spettacolare sulle isole Faroe.

Testo di Chiara Dalla Fontana |Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.