Banquet: annusare Parigi

BANQUET, un’esperienza astratta e totalizzante per i cultori del cibo a Parigi alla Villette fino al 7 agosto 2022

Ingresso della mostra Banquet a Parigi alla Citè de Sciences a La Villette

L’olfatto, si sa, è veicolo potente di ricordi, suggestioni, passioni: tra i 5  sensi il più astratto ma il più intenso , capace di trasportarci con forza verso altri mondi, superando tempo e spazio.  A Parigi fino al 7 agosto c’è un’esposizione davvero particolare, si chiama Banquet è rivolta ai cultori della cucina e della tavola, ma in modo veramente inusuale.

La Villette, Citè des Sciences et de l’Industrie

Installazione virtuale di un banchetto alla mostra Banquet a Parigi alla Citè de Sciences La Villette

Siamo a La Villette, alla Citè des Sciences et de l’Industrie, luogo divulgativo  dedicato alla Scienza,  e questo già spiega molte cose. L’esposizione temporanea,  è divisa  in tre blocchi come dire, esperienziali. Si comincia con delle istallazioni a metà tra l’astratto e il concreto: su banchi di lavoro sono esposti utensili da cucina, i più semplici, uno sbattitore, una mandolina, un coltello.

Lo chef Virtuale

Davanti a voi c’è una chef virtuale che vi invita a cimentarvi, voi usate davvero l’utensile e vi sembra di affettare patate o montare una crema, ma è solo una applicazione che però vi insegna l’uso corretto e dà anche un punteggio della vostra performance. Davvero divertente. Dalla seconda parte entra in gioco il naso.

I totem

Qui dovete avvicinarvi ai totem, indovinare di che spezie si tratti e infine, siccome Proust e le sue madeleine sono sacre e imprescindibili,  vi regalano anche una piccola madeleine. Come una piccola lezione all’educazione dell’olfatto e dei suoi poteri. E poi il gran finale, odoroso, ma anche visivo, uditivo.

Il cibo come spettacolo

Arriverete in un grande ambiente semibuio con una grande tavola vuota. Ecco che parte il sabba: mani guantate di bianco attraversano l’aria e vi apparecchiano il posto tavola, piatti, bicchieri, posate appaiono dal nulla mentre una musica ipnotica vi inchioda alla sedie.

Sognare, vedere, annusare

Seguono immagini di boschi, verdure, dolci , carni e pesci e….vi renderete conto che ad ogni portata nell’aria si diffonde l’odore del piatto apparso al momento. Insomma, come ti smaterializzo l’esperienza più concreta: il cibarsi. Per noi italici il solo dato negativo è che non ci sono spiegazioni in italiano, ma c’è da dire che si capisce bene cosa sta succedendo e cosa c’è da fare.

I laboratori

Alla esposizione sono collegate attività, esperimenti con gli chef, spettacoli, laboratori. Un vastissimo programma adatto anche ai più piccoli che si divertiranno a toccare, annusare, sbattere e affettare.

Tutte le proposte e la prenotazione per l’ingresso sono visionabile al sito

www.cite-sciences.fr

Testo di Lucia Giglio Foto di Eugenio Bersani|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Caro lettore,

Latitudes è una testata indipendente, gratis e accessibile a tutti. Ogni giorno produciamo articoli e foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro.

Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto. E con lo stesso coraggio che ormai da 10 anni ci rende orgogliosi di quello facciamo. Grazie.